Top

Serie D Girone B, i Top&Flop: sorpresa Brusaporto, il Ponte si affida a Ferreira Pinto

Mercoledì 23 dicembre si è giocata l’ultima giornata di Serie D prima della sosta. Si ricomincerà domenica 3 gennaio, così come le leghe professionistiche. È tempo di fare un bilancio di questa prima parte di stagione. Noi di Be.Pi Sport, abbiamo preso in considerazione il Girone B, tracciando i Top&Flop delle nove giornate disputate finora.

Top

CREMA – Dopo la salvezza un po’ sofferta dell’anno scorso, in pochi avrebbero pronosticato i bianconeri in testa a Natale. Eppure la squadra di Dossena, notevolmente rinforzata in estate, ha dimostrato che in un girone così equilibrato l’importante è trovare continuità di risultati. Anche per questo la sconfitta nell’ultimo turno a Brusaporto potrebbe risultare decisiva per la ripresa.

REAL CALEPINA – Il club è stato creato a inizio stagione, eppure a Telgate hanno subito fatto centro, costruendo un gruppo dal grande valore tecnico, capace fin da subito di capire quanto possa essere dura la Serie D.

BRUSAPORTO – È stata la squadra che è ripartita meglio dalla pausa di novembre. I bergamaschi si sono tirati fuori dalla zona scomoda e cominciano a nutrire delle ambizioni play-off. L’arrivo di Daniele Grandi, poi, potrà alzare ulteriormente l’asticella.

Flop

PONTE SAN PIETRO – Il cambio di allenatore, da Melosi a Curioni, non ha portato gli effetti sperati. È vero, qualcosina in più si è vista, ma i blues fanno ancora troppa fatica ad andare in gol. E se non ci pensa Ferreira Pinto diventa davvero dura.

VIRTUS CISERANO – I rossoblù di Del Prato speravano quanto meno in un campionato più tranquillo, invece la zona play-out non è poi tanto lontana. C’è da dire che la Virtus spesso ha raccolto meno di quanto creato, ma in un girone duro come il B non si può regalare proprio nulla.

SCANZOROSCIATE – Qualche settimana la stagione dello Scanzo sembrava diversa, ma la crisi di risultati che ha investito i giallorossi nelle ultime giornate è pesante. Tre sconfitte consecutive, senza segnare neanche un gol. Tempo per recuperare ce n’è, ma bisognerà cominciare a fare punti fin dai primi di gennaio.

Condividi su
X