Da Pavia a Head Coach dell’Emirates Club: ecco il nuovo incarico di Benny Carbone

Inizio stagione in Italia ed il finale negli Emirati Arabi Uniti. Inizia un nuovo percorso per Benny Carbone con l’Emirates Club i dettagli.

Una nuova promozione

Benny Carbone ha iniziato qualche mese fa la sua nuova avventura negli Emirati Arabi Uniti come assistent coach di Walter Zenga. Dopo diversi risultati negativi, però, il tecnico ex Catania è stato esonerato e proprio il mister che ha allenato il Pavia in questo avvio di annata è stato assunto come head coach. Una carica davvero importante che permette di confrontarsi con campioni del calibro di Andrés Iniesta che ha scelto di terminare la sua carriera proprio nell’Emirates Club.

L’esordio

Bisogna risollevare una situazione di classifica decisamente complessa (come annunciato in precedenza), ma il primo match si può già definire come positivo visto che il tecnico ha ottenuto un buon pareggio. Risultato che cambia la classifica e permette alla squadra di rincorrere la salvezza finale. Resta un traguardo davvero complesso da raggiungere, visto che per evitare la retrocessione occorre recuperare ben 10 punti nel corso delle prossime sette giornate. Non resta che vedere se Carbone riuscirà a compiere un vero e proprio miracolo sportivo.

Nicola Badursi

San Colombano momento nero: ufficiale la retrocessione in prima categoria

Sembra essere sempre più un ricordo lontano quello della Serie D in casa Bano. Domenica, infatti, è arrivata la retrocessione in prima categoria.

Una stagione raddrizzata troppo tardi

A nulla serve lo sprint finale della squadra della provincia di Milano che ha provato in tutti i modi a guadagnarsi almeno i play-out, ma la soglia dei sette punti è stata fatale. Infatti la vittoria contro la Rhodense (già matematicamente promossa in Eccellenza) si è rivelata inutile visto e considerato che le uniche due avversarie raggiungibili hanno a loro volta ottenuto i tre punti finali. Una beffa proprio qualche giorno dopo il cambio di proprietà ed ora una squadra che nel giro di qualche anno si trova a dover ripartire dalla Prima Categoria.

Cambia tutto

Adesso bisogna capire quali saranno le intenzioni della società e il nuovo progetto, viste anche le discussioni ancora aperte con l’amministrazione comunale. Sicuramente non fa bene al calcio dilettantistico vedere una società così blasonata e di altissimo livello in una situazione come quella che sta vivendo.

Nicola Badursi

Cornaggia lascia dopo 46 anni, il Sancolombano ha una nuova società

Una giornata storica per gli Azulgrana che sono stati rivoluzionati ufficialmente dopo più di 46 anni. Ecco tutti i dettagli sul passaggio di testimone.

Cambia la proprietà

Proprio in queste ore è arrivata la comunicazione ufficiale e dopo mezzo secolo il Sancolombano non sarà più gestito dalla famiglia e più precisamente da “Tino” Cornaggia. Una scelta che ha dell’incredibile, visto che il presidente era riuscito a trasportare il club collinare fino alle vette del calcio dilettantistico. Al suo posto è pronto ad entrare in società l’imprenditore banino Giuseppe Bossi, ma non sarà l’unica nuova figura di questa squadra. Infatti assieme a lui il ritorno di Dalcerri, storica bandiera del club che non vede l’ora di poter riportare il team all’auge di un temo. Rientro anche per Andrea Coldani (che fu giocatore nelle giovanili) ed ora arriva per fare il responsabile tecnico dell’area agonistica. In dirigenza spazio anche per l’ex calciatore professionista: Mattia Marchesetti.

Voglia di risollevarsi

Adesso l’obiettivo è quello di compiere una vera e propria impresa nel corso di queste ultime giornate. La squadra rischia seriamente la retrocessione diretta in Prima Categoria, ma si sta cercando di fare il possibile per scongiurare questa ipotesi. Occorre recuperare tre punti al Vistarino nel corso di queste ultime due sfide per poter giocarsi tutto al play-out.

Nicola Badursi

5-0 contro il Rimini ed esonero: finisce l’avventura di Gaburro ad Olbia

Un pesantissimo 5-0 contro il Rimini nel match di ieri sera e la fine del rapporto tra la squadra isolana e il tecnico Marco Gaburro.

Un’esperienza da dimenticare

Si conclude in anticipo l’avventura di Marco Gaburro in quel di Olbia. Il tecnico nel corso dei due mesi e qualche giorno passati sull’isola non è riuscito a fornire un serio imprinting del suo calcio e di conseguenza è arrivata la fine del rapporto con la società. Un’avventura da dimenticare (come racconta il titolo) visto che la squadra con lui ha collezionato solamente due successi e diverse sconfitte anche pesanti (4-0 con la Juventus Next Gen e 5-0 contro il Rimini proprio ieri sera). Al momento la classifica appare praticamente disperata con gli isolani che si trovano al penultimo posto in classifica. Per sostituire il coach è stato chiamato il tecnico della Primavera, anche se non va escluso un possibile nuovo intervento da qua a fine anno.

Il comunicato ufficiale

“La società Olbia  Calcio comunica “di aver sollevato il Sig. Marco Gaburro dall’incarico di Responsabile Tecnico della Prima Squadra”. La società  ringrazia il tecnico e il suo staff per l’impegno profuso e la serietà dimostrata alla guida dei Guardiani del Faro e augura a lui e ai suoi collaboratori le migliori fortune per il futuro. La guida della prima squadra viene affidata momentaneamente al tecnico della Primavera Oberdan Biagioni”.

Nicola Badursi

Giana Erminio – 39 anni di Oreste Bamonte, oggi l’anniversario per il presidente

La Giana Erminio festeggia per l’ennesimo grande anniversario della sua storia e del suo presidente. 39 gli anni di presidenza per Bamonte.

39 candeline spente

Oggi sono 39 candeline per uno dei regni più lunghi nella storia del calcio professionistico/dilettantistico. Infatti è dal 1985 che Oreste Bamonte è alla guida della sua Giana Erminio. Un presidente che ha permesso al team di Gorgonzola di vivere una storia completamente diversa da quella che si era prospettata fino alla metà degli ottanta. Non è un caso che attraverso il lavoro la squadra è riuscita ad arrivare nel professionismo ed avere anche un ruolo di rilievo in un campionato importante come la Serie C. Sono tantissime le gesta del patron che vengono ricordate da tutti i fans. L’ultima quando l’anno scorso in D, l’accesso allo stadio era gratuito ed anche questo ha permesso al ritorno nel professionismo in soli 365 giorni. Adesso non possiamo fare altro che passare al comunicato del club.

Le parole del club

“Oggi 30 marzo 2024 il patron e presidente della Giana Erminio ORESTE BAMONTE festeggia lo straordinario traguardo di 39 anni ininterrotti alla guida della società. Il patron è in carica dal 30 marzo 1985, quando fu eletto a maggioranza dall’assemblea dei soci. È un anniversario importantissimo del suo ruolo di proprietario e presidente, che non ha mai avuto interruzioni nel corso di questi 39 anni. Nel corso dei quali Oreste Bamonte è riuscito ad attraversare ben 5 delle 9 serie del campionato italiano di calcio: ha infatti portato la Giana Erminio dal campionato regionale di Prima Categoria a quello professionistico di Serie C. Era il 30 marzo 1985… Nella stagione 1984/85, quella in cui Oreste Bamonte decide di legare il suo futuro a quello della Giana, la squadra chiude in decima posizione il campionato di Prima Categoria. È il 30 marzo 2024 In questo 30 marzo 2024 tutta l’A.S. Giana Erminio abbraccia con immenso affetto e infinita riconoscenza il suo patron e presidente Oreste Bamonte, con la volontà e l’auspicio di regalargli ancora moltissime gioie sportive”.

Nicola Badursi

Torneo delle Regioni, Festa Lombardia: vince l’under 17 e la Femminile

Il torneo delle regioni volge al termine con una clamorosa notizia per la nostra under 17. Ecco come è andata la finale con la Campania.

La grande vittoria

L’Under 17 in finale si conferma e porta a casa il torneo disputato in quel di Genova. In finale contro la Campania arriva la vittoria per 3-2 in una sfida di primissimo livello e combattutissima. I ragazzi di Davide Tacchini si sono imposti grazie alle reti di Gondo, Platto e Caccia. Non solo i giovani, perché anche un’altra squadra ha sorpreso tutti e si è confermata nel corso di questo importante evento.

Le ragazze raddoppiano

Una non bastava in tutti i sensi, visto che dopo l’anno scorso anche le ragazze si ripetono e portano a casa una coppa dal peso specifico clamoroso. In finale è arrivata la vittoria contro l’Emilia Romagna. Un 3-1 netto che ha fatto captare a tutti la supremazia delle giovani allenate da mister Mignani. Le reti che hanno deciso la sfida sono arrivate da Vischi, Porro e Galdini. Anche quest’anno la competizione che unisce i migliori prospetti del nostro calcio parla principalmente lombardo.

Nicola Badursi

Torneo delle Regioni, Lombardia: l’U17 e la selezione femminile volano in finale, domani l’ultimo atto

La Lombardia fa bottino pieno: l’Under 17 e la selezione Femminile hanno raggiunto la finale. 

Si vola in finale

Prima l’Under 17, poi la rappresentativa femminile hanno centrato l’ultimo atto del Torneo delle Regioni. L’Under 17 ha superato 2-1 il Veneto: decisivo l’uno-due firmato da Nicolò Gamba del Ponte San Pietro e Matteo Buzzetti della Varesina. I lombardi si sono portati sul doppio vantaggio nel primo tempo, i veneti hanno accorciato le distanze al 43′ della ripresa. I ragazzi di Tacchini domani alle ore 11:30 sfideranno la Campania per ritrovare un trofeo che manca dal 2015. Nel tardo pomeriggio, le ragazze di Mignani hanno superato il Trento 5-0 e si sono aggiudicate la finalissima per il secondo anno consecutivo e domani alle 14:15 affronteranno l’Emilia Romagna come nel 2023. Decisive oggi le reti di Rebecca Bragagnolo (Sedriano), Letizia Galdini (Orobica), Nicole Gola (Casalmartino) e Serena Porro (Accademia Milano) con una doppietta.

Asia Di Palma

Torneo delle Regioni, oggi si comincia: ecco il calendario e le avversarie della Lombardia

Oggi prende il via il Torneo delle Regioni che è arrivato alla sessantesima edizione. Ecco tutti i dettagli sui prossimi incontri.

Under 19 subito in campo

Già nel pomeriggio ci sarà la possibilità di vedere sul campo da gioco alcuni dei giovani più interessanti dell’Eccellenza Lombarda. Infatti l’under 19 dovrà dire la sua in una sfida che si prospetta molto combattuta contro i migliori talenti del Friuli Venezia Giulia. Il fischio d’inizio è in programma alle 16 e 45 di questo pomeriggio.

Le altre avversarie

Non solo il Friuli Venezia Giulia all’interno del girone, ma anche due regioni del sud Italia cioè Puglia e Calabria. Avversarie toste in un girone che si potrebbe quasi definire di ferro per l’importanza dei giovani presenti.

In campo l’under 15

Questa mattina è scesa in campo la rappresentativa più giovane delle tre in gara con l’under 15 che nella sfida al Friuli si è imposta con un secco 3-0. Risultato importante che da una grande mano per il passaggio del turno finale.

Nicola Badursi

 

Settimana prossima al via il torneo delle Regioni: i convocati della Lombardia

Settimana prossima prenderà il via il Torneo delle Regioni. Ecco tutti quelli che saranno i convocati della Lombardia per la competizione.

Il Torneo delle Regioni

Dal 22 al 29 Marzo si giocherà il torneo delle regioni nella splendida cornice di Genova. Nel corso della settimana ci sarà modo di ammirare tutti i migliori talenti del calcio dilettantistico lombardo a partire dall’under 15 per arrivare all’under 19. Ecco le convocazioni ufficiali per i ragazzi dell’under 19. Sono stati chiamati diversi pezzi importanti che saranno difficili da rimpiazzare.

Le convocazioni dell’under 19

Assago, De Pasquale Danilo
Base 96 Seveso, Cappanera Riccardo
Brianza Olginatese, Consoloni Leonardo
Brianza Olginatese, Galbusera Tommaso
Brianza Olginatese, Vairani Andrea
Calvairate, Colombi Luca
Cisanese, Sottocornola Filippo
Colicoderviese, Marrocco Riccardo
Lentatese, Griggio Tommaso
Morazzone, Casella Manuel
Nuova Sondrio, Moncecchi Simone
Nuova Sondrio, Muletta Saul
Offanenghese, Zanotti Tommaso
Olimpic Trezzanese, Gervasoni Mirko
Orceana Calcio, Paloschi Lorenzo
Pavia, Alletto Carlo Alberto
Pavia, Di Raco Mattia
Speranza Agrata, Koenig Luca
Vertovese, Palazzi Lorenzo
Villa, Cirillo Alessandro

Nicola Badursi

San Colombano / Caccia alla salvezza e torna in panchina mister Gelfi

Il Bano continua a lavorare anche in vista dei prossimi incontri di campionato. Per centrare la salvezza, si affida ad uno specialista.

Nuovo cambio in panchina

Il secondo cambio in panchina della stagione è stato ufficializzato. Proprio in questi istanti la società ha affidato la guida della squadra a mister Graziano Gelfi. Il coach prende il posto di Denis Fondrini, arrivato nel corso di questo inverno. Ci si aspetta tantissimo dal tecnico di Gerenzago che deve riprovare a salvare il club proprio come fatto nel corso della passata annata. Un compito non semplice, ma fondamentale visto che il San Colombano deve provare in tutti i modi a mantenere almeno la categoria.

La classifica parla chiaro

Proprio oggi il team scenderà in campo per un recupero importantissimo di campionato. La sfida in programma è contro l’ultima in classifica: il Medhelan Landriano. Al momento la squadra si trova in terz’ultima posizione e la sensazione è quella che la salvezza passi quasi obbligatoriamente dai play-out. Il Garlasco dista ben nove lunghezze e non sarà semplice recuperare questo svantaggio. Proprio per questo motivo adesso tocca al tecnico cercare di compattare il gruppo e prepararsi al meglio alle battaglie finali.

Nicola Badursi