Serie B Femminile, il Tavagnacco ferma la capolista Ternana e la Lazio ne approfitta per tornare in vetta

Si smuove la classifica nella terza giornata di ritorno: il Tavagnacco ferma la Ternana sullo 0-0 e la Lazio ne approfitta per tornare in vetta. Punti importanti per Ravenna e Freedom. Il Cesena travolge il Bologna nel derby dell’Emilia Romagna.

Risultati e marcatori della 18^ giornata

Domenica 18/02/2024 ORE 12:00

Tavagnacco-Ternana Women 0-0.

Domenica 18/02/2024 ORE 14:00

Freedom-RES Women 2-2 (Doppietta Burbassi/doppietta Boldrini).

Domenica 18/02/2024 ORE 14:30

Lazio Women-Arezzo 4-0 (Moraca, Colombo, Eriksen, Ferrandi).

Cesena-Bologna  5-0 (Sechi, Jansen, Lonati, doppietta Milan).

Parma Calcio-Brescia 5-1 (Distefano, Gago, Benedetti, Di Luzio, Larenza autogoal/Stapelfeldt).

Genoa Cricket-Women Hellas Verona 1-1 (Bargi /Meneghini).

Ravenna Women-Pavia Academy 2-2 (Papaleo, De Matteis/Accoliti, Zecchino).

H&D Chievo-San Marino Academy 2-0 (Begal, Marengoni).

 

Asia Di Palma

Serie B Femminile, Ternana-Ravenna apre la giornata. La sfida salvezza San Marino-Tavagnacco a chiudere la domenica

Domenica la Serie B femminile scenderà in campo per la seconda giornata di ritorno e ad aprirla sarà la capolista Ternana, che ospiterà il fanalino di coda Ravenna alle ore 13:00. A seguire l’altra capolista, la Lazio, che affronterà in trasferta il Genoa Women alle ore 13:30. Il Cesena, reduce dall’importante vittoria contro il Parma, sarà di scena a Brescia dove troverà una squadra in ottima forma che ha collezionato quattro vittorie nelle ultime quattro gare. L’Hellas Verona, dopo il k.o. di misura con la Lazio, ospiterà il Pavia Academy, che ha ritrovato la vittoria dopo sei partite. Ad Arezzo invece arriverà l’H&D Chievo Women: in caso di vittoria le toscane andrebbero a -1 proprio dalle veronesi. Il Parma affronterà la Freedom del neo mister Ardito, che ha dimostrato  In ottica salvezza sono due le sfide importanti: Res Women-Bologna e San Marino Academy-Tavagnacco. Le giallorosse ospiteranno il Bologna e per le romane è l’opportunità di agganciare le rossoblu in caso di vittoria. Quella a San Marino, ore 15:00, è una sfida ancora più delicata: le padrone di casa sono a 9 punti e le ospiti a 8. Aggiudicarsi il match vorrebbe dire fare un passo in avanti importante verso l’obiettivo finale.

Il programma

Res Women-Bologna 11/02/2024 14:30 “Campo Sportivo Raimondo Vianello”
Via Norma, 5/7 – Roma

Brescia CF-Cesena 11/02/2024 14:30 “Centro Sportivo Mario Rigamonti – Campo Aldo Pasotti”
Via Serenissima 34 – Brescia Loc. Buffalora

Arezzo CF-H&D Chievo Women 11/02/2024 14:30 “Arezzo Comunale”
Viale Gramsci, snc – Arezzo

Parma Calcio-Freedom 11/02/2024 14:30 “Campo Sportivo il Noce A “
Via Sordi, 1 – Loc. Noceto (PR)

Genoa Cricket-Lazio Women 11/02/2024 13:30 “Campo Sportivo Nazario Gambino”
Via del Mare, 49 – Arenzano (GE)

Women Hellas Verona-Pavia Academy 11/02/2024 14:30 “Stadio Olivieri ”
Via Sogare, snc – Verona

Ternana Women-Ravenna Women 11/02/2024 13:00 “Stadio Moreno Gubbiotti”
Via Campagnani 86 – Loc. San Girolamo – Narni (TR)

San Marino Academy-UP Tavagnacco 11/02/2024 15:00 “Campo Sportivo Statale Acquaviva”
Via Nitella, snc – Acquaviva Repubblica di San Marino

 

Asia Di Palma

La Ternana segna quattro goal alla Freedom e mantiene il primato del girone: le pagelle

La Ternana di mister Melillo prosegue il proprio cammino verso il titolo. Doppietta di Porcarelli nei primi venti minuti, poi Mellano accorcia al 35′. Nel secondo tempo Tarantino firma il 3-1 e Pirone chiude la gara sul 4-1 siglando il suo undicesimo goal in campionato.

Freedom

FEDELE 5.5
Non perfetta, come in occasione della respinta centrale sul terzo gol. Sprofonda insieme a tutto il reparto

ZITO 6
Forse la migliore del reparto con diverse chiusure provvidenziali, ma anche lei ha avuto tanta difficoltà per via del pressing asfissiante della squadra di Melillo

BRUNI 5.5
Uno dei clienti peggiori questo pomeriggio, Valeria Pirone. L’ha sofferta davvero tanto. Spesso ha la meglio nel duello aereo ma va in difficoltà sul lungo, in velocità

GIATRAS 5.5
Concessa oggi la licenza di potersi spingere oltre e abbandonare spesso la linea difensiva palla al piede per creare superiorità. Tanta imprecisione però, frutto anche della mancanza di Martin che riusciva a tenere su qualche palla alta

ASTA 5.5
Va in difficoltà contro la spinta e la tecnica di Vigliucci. Non riesce quasi mai a spingersi avanti per creare qualche occasione

COCCO 6
È l’ultima ad arrendersi come al solito e così come Petruzzelli, nemmeno Ardito la leva mai dal campo, dando tutto fino all’ultimo.

DI LASCIO 5.5
La partita si è subito messa in salita e il centrocampo ne ha risentito particolarmente. Venuta meno la fiducia, diventava molto difficile manovrare il pallone, influenzando negativamente sulla sua prestazione

MELLANO 6
Dai suoi piedi arriva il gol del momentaneo 2-1 che riapre la partita e dà speranze alla Freedom, riscattandosi dal rigore sbagliato nel finale della scorsa partita. Per il resto qualche difficoltà a connettersi con le compagne e qualche pallone perso di troppo

BURBASSI 6
Ha cercato come sempre di accendere la luce ma era veramente difficilissimo oggi. Anche lei ha sbagliato qualche scelta, qualche pallone non da lei per mancanza di lucidità. Ma come al solito la squadra si aggrappa al suo capocannoniere

VAZQUEZ 5.5
Aveva fatto un buon ingresso la scorsa partita e Ardito la premia con l’esordio dal primo minuto, ma la sua partita è abbastanza impalpabile, pochi palloni giocati, spesso male e spesso in ritardo.

DEVOTO 6
Ardito le sta dando tanta fiducia, riproponendola dal primo minuto. Tantissimo lavoro sporco in fase di copertura, tanto sacrificio per la squadra cercando anche di creare qualche pericolo davanti

PARASCANDOLO 6
Cerca di aggiungere fisicità e centimetri all’attacco bianco-blu. Tanto lavoro con il corpo spalle alla porta ma mai un reale pericolo verso la porta di Ghioc

BATTAGLIOLI 6
Fa il suo ingresso in campo anche l’unica ex della gara che però non riesce mai ad incidere per via di una Freedom che sembrava aver già mollato dopo il terzo gol

ARA; SERNA; TENGUE S.V.

All. ARDITO 6
Non era sicuramente una partita semplice per fare risultato. Ci vorrà ancora tempo per vedere la squadra dentro i meccanismi del nuovo allenatore, da premiare sicuramente l’atteggiamento.

 

Ternana Women

GHIOC 6
Messa fuori causa dalla deviazione sfortunata di Di Criscio, non si sporca praticamente mai i guantoni

ZANNINI 6
Tanta, tantissima spinta e partecipazione alla fase offensiva per la numero 30 che da braccetto difensivo sembrava una centrocampista aggiunta. Qualche piccolo errorino in fase difensiva.

PACIONI 7
Muro totale della difesa della Ternana, vince spesso i duelli aerei andando vicino al gol prendendo una traversa da angolo

DI CRISCIO 6.5
La tranquillità, la leadership del capitano che non ha sbagliato praticamente nulla, spesso la prima calciatrice a dover impostare l’azione dato il basso baricentro della Freedom

LOMBARDO 6.5
Non si è vista tantissimo, ma ha dato il suo solido apporto sulla fascia con la sua qualità

SARA TUI 7
Formidabile la partita della centrocampista di Melillo. Rimane impresso il suo lancio millimetrico alle spalle della difesa avversaria in occasione del secondo gol di Porcarelli. Partecipa quasi a tutti i gol segnati combinando con le sue compagne

FERRARA 6.5
Tranquillità da veterana, primo tempo perfetto, secondo un po in calo, ma partita ottima, contribuendo in fase di costruzione e contenimento

VIGLIUCCI 6
Anche lei come Lombardo ha inciso poco dalle fasce. Si porta spesso dentro al campo per creare superiorità. Ma se la Freedom non sfonda mai sulle fasce è anche merito suo

PORCARELLI 7
Nessuno squillo, va in mezzo al campo a lottare accompagnando la squadra verso la vittoria

TARANTINO 6.5
Prestazione che aldilà del gol non è stata proprio da incorniciare, qualche difficoltà di troppo a tenere su i palloni che le arrivano per far salire la squadra. Ma ha il merito di fare forse il gol più importante, quello del 3-1 che spezza le gambe e l’entusiasmo della Freedom

PIRONE 7.5
Attaccante in grado di far reparto da sola, ogni pallone buttato lungo dalla difesa, transitando dalle sue parti si trasformava da un semplice rinvio a una possibile occasione pericolosa. Velocità, forza fisica, dominante. Sono 11 in campionato adesso

QUAZZICO 6
Entra e si posiziona al centro della difesa facendo buona guardia e tenendo alto il muro rosso-verde

WAGNER  6                                                                                                                                                                                                                 Nessuno squillo, va in mezzo al campo a lottare accompagnando la squadra verso la vittoria

BERTI S.V.

All. MELILLO 7
Squadra con un’identità di gioco ben precisa, con diverse giocatrici di alto calibro che divertono, incantano e spostano tantissimo. Porta a casa altri 3 punti fondamentali per la corsa al titolo.

Giuseppe Turino

 

 

La Ternana Women fatica ma vince con la San Marino Academy e chiude l’andata in vetta

Si chiude con una vittoria l’ultima gara del girone di andata della Ternana Women. Al “Gubbiotti” le fere faticano, complici le tante assenze, ma grazie a Valeria Pirone riescono a conquistare i tre punti che valgono la vetta del girone. La San Marino Academy lotta nel primo tempo, ma rimane ferma a nove punti.

Ternana Women

GHIOC 7
Decisivo suo intervento ad inizio partita su Barbieri sullo 0-0
PACIONI 6
La solita garanzia in difesa ma questa volta non è decisiva sui calci piazzati
DI CRISCIO 6
Partita senza sbavature, poco impegnata dalle avversarie

ZANNINI 6,5
Primo tempo in difficoltà ma emerge nella ripresa spingendo molto sulla fascia.
LOMBARDO 6,5
Gran lavoro di copertura sulla fascia ed una traversa le nega la gioia del gol
WAGNER 6
Stranamente imprecisa nelle sue giocate
TUI 6
Partita normale con un rendimento inferiore rispetto alle altre partite
VIGLIUCCI 6,5
Solita partita di sacrificio al servizio della squadra con un gol sfiorato nel primo tempo
TARANTINO 6
Corre, lotta, pressa ma il suo apporto alla manovra non è ottimale
PORCARELLI 6
Soffre nel primo tempo ma si riprende ampiamente nella ripresa.
PIRONE 6,5
E’ al suo decimo gol stagionale ed ha lottato con coraggio su ogni pallone.
FERRARA 6
Entra e apporta ordine alla manovra rossoverde
BERTI; QUAZZICO S.V.

San Marino Academy

LIMARDI 6,5
Due buone parate che hanno limitato il passivo
PEARE 5,5
Imprecisa nelle giocate anche se no si da per vinta fino al termine
GARDEL 6
Non era facile contro le attaccanti della Ternana e se l’è cavata limitando i danni
LADU 5,5
Poco propositiva e troppi errori in impostazione.
MANZETTI 6
Lotta fin quando ne ha e chi la sostituisce non riesce ad incidere
BRAMBILLA 6,5
Merita un buon voto perché è lei che cerca di impostare e far giocare la squadra
GIULIANI 6.5
Anche lei cerca di far giocare la squadra ma troppo spesso si rifugia nel lancio lungo.
BARBIERI 6,5
Sfiora il vantaggio in apertura e solo una superlativa Ghioc glielo impedisce.
TAMBURINI 5.5
Si vede poco e non riesce a giocare palloni decenti in più di una occasione..
BONNIN 5,5
Non riesce ad incidere e la sua partita è anonima, priva di spunti di rilievo
MENIN 6
Ravviva la fase offensiva anche se non riesce a creare scompiglio tra le avversarie.

CARLINI; MONTALTI; BERTOLOTTI; PIRINI S.V.

Ivano Mari

 

 

Esclusiva Be.Pi Tv/Valeria Pirone si racconta, dai primi passi ad oggi: “Ogni giorno è motivo di crescita…”

Duecentocinquanta gol in carriera, oltre quattrocento presenze in tutti i club tra Campionato, Coppe Nazionali e Champions League, ma la fame è sempre la stessa per Valeria Pirone. La determinazione di chi non ha mai mollato, dall’esordio in Serie A a soli 17 anni ad oggi con una costante: il gol. L’attaccante, classe 1988, ha legato la sua carriera in modo indissolubile al Napoli, la squadra della sua città, ed è lì che Valeria ha capito tante cose: giocare per i colori della tua città ti insegna a vivere e a lottare. Con il Napoli ha scalato i vari livelli del calcio femminile italiano conquistando una promozione in Serie A2 e successivamente in Serie A.

Nel 2013 lascia Napoli per spostarsi a Roma, dove, indossa per una stagione la maglia della Res Women, ma è con l’AGSM Verona che esordisce sul palco internazionale. Un debutto da sogno per l’attaccante napoletana, che segna una doppietta nell’andata dei sedicesimi di finale. Da lì il trasferimento al Mozzanica con cui ha messo luce le sue qualità realizzative con ben 28 gol in 44 presenze in due stagioni. Da Bergamo torna a Verona tra Chievo ed Hellas prima di intraprendere una nuova avventura con la maglia del Sassuolo: la stagione 2020-2021 è l’ennesima in cui Pirone raggiunge la doppia cifra, regalandosi un’altra entusiasmante opportunità chiamata As Roma.

Arriva in giallorosso con un grande bagaglio di esperienza alle spalle ed entra nella storia del club segnando sia nel derby di andata che in quello di ritorno. Pirone termina la stagione con undici reti complessive e un impatto importante nel club capitolino, ma la stagione 2022-2023 ha in serbo un nuovo viaggio per lei: il Parma. Un anno non semplice per l’attaccante, che ha dovuto fare i conti con un brutto infortunio, che l’ha tenuta lontana dai campi per gran parte della stagione. Pirone, però, non ha mai mollato e in estate ha sposato il progetto della Ternana dimostrando ancora una volta la sua fame per il gol: dieci le reti complessive tra Campionato e Coppa Italia. Leader in campo e non solo, Pirone sta trascinando la Ternana con tecnica, mentalità e tenacia e le rossoverdi chiuderanno il girone di andata contro la San Marino Academy domenica. Il sacrificio e la determinazione, che da sempre la contraddistinguono, l’hanno portata a tornare in Nazionale, nel 2021, a dieci anni dalla prima volta e ad essere subito decisiva con tre gol in quattro partite, valide per le Qualificazioni al Mondiale 2023.

 

Due domeniche fa hai siglato il gol del vantaggio contro la Lazio, cosa c’è dietro la tua esultanza? 

“Dal primo derby che ho giocato, ho esultato con questo aereoplanino consapevole di regalare emozioni ai tifosi. Mi sono divertita tantissimo.”

Sei entrata nella storia della Roma segnando sia all’andata che al ritorno due stagioni fa nel derby della Capitale, quanto è stato importante arrivare a Roma con un grande bagaglio di esperienza alle spalle? 

“Andare in una grande squadra con calciatrici straordinarie e un capitano come Bartoli, che rappresenta Roma come nessun altro, è stato bellissimo. Giocare nel derby,  fare gol e poi festeggiare con lei insieme a tutti i tifosi è stata un’esperienza incredibile.”

Che significato ha avuto per te scegliere la Ternana dopo una stagione condizionata da un infortunio, è l’ambiente giusto per ripartire? 

“Ho scelto la Ternana perché conoscevo il mister e la direttrice e, dopo una piacevole chiacchierata, mi hanno convinta a sposare questo progetto. L’idea di calcio del mister, propenso all attacco, è perfetta per un’attaccante come me, oltre a vivere di cuore il calcio, cosa che condivido. Inoltre conoscevo già alcune ragazze che mi hanno accolto in modo straordinario. La decisione non è stata facile, ma sapevo che era quella giusta per me. Soprattutto dopo l’anno scorso dove ho trovato diverse difficoltà tra le tante un lungo infortunio.”

Tu sei partita da Napoli, hai scalato i vari livelli del calcio femminile con la maglia azzurra e con loro hai raggiunto le 200 presenze. Come ti ha fatto maturare questa esperienza? 

“Spero che tutte le ragazze che giocano a calcio possano vivere l’esperienza di giocare per la propria città. Questa esperienza mi ha insegnato a vivere, a capire e a vedere altre prospettive, sudare la maglia, combattere per il proprio popolo, difendere i colori del luogo in cui si nasce. Non posso spiegarti cosa rappresenti per me la mia città; ci sono cose che non si possono descrivere. Sono stati anni bellissimi, con tante soddisfazioni, dolori ed emozioni. Rifarei tutto, insieme alla mia città.”

Cosa ricordi della notte del tuo esordio in Champions League? 

“È stata un’esperienza straordinaria giocare la Champions League contro calciatrici che sono ancora oggi pilastri del calcio femminile. Stare lì con loro mi regalava un’adrenalina che avrei voluto provare ogni sera. Segnare è stato fantastico, specialmente nello stadio Bentegodi di Verona.”

Nel corso della tua carriera hai indossato anche la maglia della Nazionale: hai esordito nel 2011, sei ritornata nel 2021 lasciando il segno con tre reti. È stato difficile essere “distante” dalla Nazionale per diversi anni? 

“È difficile per il semplice fatto che penso che per ogni calciatrice essere chiamata in Nazionale sia il massimo e ogni giorno ambisci a ricevere quella chiamata. Dalla prima chiamata in Under 19 fino alla Nazionale maggiore ho sempre cercato di farmi trovare pronta, con una crescente consapevolezza e maturità. Ovviamente continuo e continuerò a cercare di farmi trovare pronta, perchè ricevere quella chiamata ti fa vivere una sensazione unica.”

Cosa direbbe la Valeria di oggi alla ragazzina che a 17 anni ha esordito in Serie A? 

“Le direi di rifare quello che ha fatto. Divertirsi, impegnarsi al massimo e fare sacrifici, non abbattersi mai tenendo sempre l obiettivo in mente non dando nulla per scontato.”

Come si fa a non accontentarsi mai, anche dopo più di 400 presenze e 250 gol in carriera?  

“Diciamo che ho sempre fame, voglio costantemente qualcosa in più da me stessa e dagli altri. Ogni giorno per me rappresenta una crescita, quindi spero che questa sete continui a motivarmi.”

Cosa hai portato alla Ternana con la tua esperienza? Quanto è cruciale la forza mentale per raggiungere l’obiettivo finale di questa stagione?

“Spero appunto di aver trasmesso un po’ di cose del mio bagaglio di esperienza. Professionalità, essere atlete non solo in allenamento ma anche prima e dopo. Consigli tecnici e tattici alle ragazze. Ma soprattutto mentalità che è quella che serve per raggiungere gli obiettivi.”

 

Asia Di Palma

Serie B Femminile/Il Pavia lotta, ma viene fermato dalla capolista Ternana: le pagelle del match

A Pavia, la squadra di casa sfiora l’impresa con la capolista Ternana, che però è brava a conquistare tre punti preziosissimi per la propria corsa in vetta. In gol Codecà per le lombarde, Tui e Tarantino per le fere; Migliazza para un rigore a Tui al 62′ sul 2-1 per le fere.

Pavia Academy

MIGLIAZZA 7   Para un rigore e fa un altro paio di grandi parate.

CAVALLIN 6,5
Tante sgroppate per la finalmente rientrata Cavallin. Se continua con questa forma, il suo recupero sarà molto prezioso nel girone di ritorno
ASAMOAH 6+
Ogni tanto le solite sviste ma nel complesso una partita solida

DUBINI 6,5
Mette in campo tutta la sua esperienza, spendendo un giallo al momento giusto.
GRUMELLI 6+
Brava a trovarsi gli spazi per andare a impostare e a servire, fase in cui però serve più precisione
D’UGO 6+
Molto brava in difesa, ha faticato un po’ di più in impostazione
CAVICCHIA 6-
Oggi le sono mancate un po’ le idee. Comunque sempre bene posizionata
SEMPLICI 6,5
Grande partita difensiva, in un reparto che sfortunatamente per il Pavia subisce continui infortuni. Il suo arrivo è importantissimo
LONGONI 6+
Prova di sostanza in mezzo al campo, poteva dare di più dal punto di vista qualitativo
ACCOLITI 7
Sempre il faro offensivo del Pavia, anche oggi inventa occasioni e sgroppa guadagnando metri preziosi.

CODECà 6.5  Un gol importante e bello, ma anche una grossa occasione sbagliata.

ZECCHINO 5.5  Non entra bene in partita, sbagliando diversi palloni

CONTENA 6+
Entra in fretta per sostituire Dubini ma riesce a gestire bene la sua porzione di difesa.

ALL. SALTERIO 6,5
Trova la quadra a una partita complicatissima sfiorando l’impresa.

Ternana

GHIOC 6.5
Autrice di una partita senza sviste, pronta anche nelle occasioni più difficili
ZANNINI 6.5
Grande esordio in una partita non semplice, difende bene una fascia pericolosa per le sue
DI CRISCIO 7
Grande prestazione, quando calcia con l’esterno riesce sempre a essere imprevedibile
PACIONI 7-
Un muro in difesa, contiene perfettamente Codecà
FUSAR POLI  6.5
Brava sia in difesa che in attacco, ha dimostrato grande versatilità tra chiusure puntuali e conclusioni pericolose
WAGNER 7+
Bravissima negli inserimenti, riesce sempre a tenersi lontano l’uomo ed è generosa di numeri e giocate.
GONZALEZ 6.5
Punisce a freddo il Pavia, dopo neanche due minuti. Per 90 minuti uno dei riferimenti migliori dell’attacco.
LOMBARDO 7
Grande partita di questo esterno dal cross sempre pericolo e dal dribbling facile
VIGLIUCCI  7
Mette ordine in fase di impostazione e si fa trovare in ogni parte del campo. Grandissimo assist per il 2 a 1
TARANTINO 6.5
Segna un gol che potrebbe rivelarsi molto prezioso nell’economia del campionato.
PORCARELLI  6.5
Riesce a dare un ottimo dinamismo alle offensive delle sue
PIRONE    6+    Entra pur non essendo al top della forma. Aiuta con sacrificio le sue a tenere il vantaggio

FERRARA S.V.

ALL. MELILLO 6,5
Funestato dalle assenze, tra squalifiche e infortuni, riesce comunque a schierare una squadra arrembante che, tra qualche difficoltà, si prende tre punti non scontati.

 

Filippo Gatti

 

 

 

 

Ternana Femminile/Oggi l’operazione di Camilla Labate: l’annuncio del club

Protagonista del match con la Lazio, Camilla Labate, ha servito l’assist preciso a Pirone, che ha sbloccato il match con un colpo di testa. Poco dopo, però, la classe 1999 ha dovuto lasciare il campo in barella per infortunio. Nella giornata di ieri, il club umbro ha comunicato l’entità dell’infortunio dell’attaccante, che oggi presso Villa Margherita a Roma si sottoporrà ad un importante intervento chirurgico. Le fere perdono una pedina fondamentale, che in questa stagione era già andata a segno cinque volte regalando anche preziosi assist alle compagne. Pochi giorni fa, ai nostri microfoni, aveva sottolineato l’importanza di nuovi innesti come Pirone, Tui e Wagner per elevare l’esperienza di questa squadra che punta a vincere il campionato. Le fere torneranno in campo domenica con la trasferta di Pavia, match fondamentale per proseguire il proprio cammino in vetta alla classifica. Per un periodo, Melillo dovrà rinunciare a Labate sulla fascia pescando soluzioni dal resto della rosa.

Il comunicato del club

“Purtroppo nell’ultima partita contro la Lazio, Camilla ha subito un trauma distorsivo della caviglia sinistra, riportando una doppia frattura del malleolo peroneale sinistro.

Presso Villa Margherita (Roma) è previsto già domani l’intervento chirurgico di osteosintesi con il supporto di una placca stabilizzatrice.

Conosciamo la forza di Camilla!
Avremmo voluto vederla ancora correre su quella fascia…ma è solo tutto rimandato!
Ti aspettiamo”

 

 

Asia Di Palma

Serie B femminile/Ternana e Lazio si dividono la posta in palio: a Pirone risponde Moraca. Le pagelle

Finisce 1-1 il big match tra Ternana e Lazio, che non si fanno male e permettono al Parma di raggiungerle a quota 34 punti. Al gol di Valeria Pirone nel primo tempo, ha risposto Moraca su rigore. La Ternana ha avuto più occasioni di raddoppiare nel primo tempo, ma si è trovata di fronte un’ottima Emma Guidi, che ha salvato la Lazio più volte. Nota triste del match: l’infortunio di Labate, uscita in barella poco dopo aver colpito la traversa al 36′.

Ternana

GHIOC 6: Intuisce la direzione della palla in occasione del rigore, ma non riesce a respingere.
PACIONI 5,5: Provoca il rigore che vale il pareggio della Lazio.
QUAZZICO 6,5: Buona prova difensiva, sfiora anche il gol.
DI CRISCIO 6,5: Da capitano guida come sempre il reparto arretrato.
LABATE 7: Si presenta da ex del match con tanta emozione, ma si dimostra la migliore della partita. Suo l’assist per il vantaggio fere, esce però al 37′ in barella per infortunio.
SARA TUI 6,5: Si vede che è una di quelle con più esperienza, sempre propositiva.
FUSAR POLI 6,5: Costruisce gioco e si impone fisicamente in mezzo al campo, sempre il polmone della Ternana.
WAGNER 6: Oggi niente doppietta, ma prova preziosa.
VIGLIUCCI 6: Gara speciale per lei da ex del match.
PIRONE 6,5: Nono gol in campionato in tredici partite, regala il momentaneo vantaggio alle sue.
TARANTINO 6: Importante nell’asse con Pirone, a cui fornisce un importante pallone per il potenziale 2-0.
LOMBARDO 6: Subentra a Labate, prova sufficiente.
PORCARELLI 6: Questa volta parte dalla panchina e subentra con un buon impatto.
ZANNINI 6: Spazio anche per la classe 2005, all’esordio con le fere.
FERRARA 6: Seconda presenza per l’ex Roma.

 

Lazio Women

GUIDI 6,5: La migliore delle biancocelesti: salva il risultato in più occasioni (colpo di testa di Quazzico, tiro di Labate).
PITTACCIO 6: Si lascia sfuggire Pirone sul gol del vantaggio.
MANCUSO 6: Prova sufficiente.
REYES 6: Partita nervosa viene anche ammonita a metà ripresa.
GOTHBERG 6: Come le compagne di reparto non brilla.
CASTIELLO 5,5: Non la solita Castiello, il capitano si innervosisce e prende anche giallo.
ERIKSEN 6: Un tiro dal limite fuori di poco, prova sufficiente.
FERRANDI 6: Prova sufficiente in mezzo al campo.
MORACA 6,5: La palla del rigore pesa tantissimo, ma lei non ha alcuna paura. Con il destro porta la Lazio sull’1-1.
GOMES 6,5: Guadagna il rigore del pareggio e sfiora il gol in un paio di occasioni.
POPADINOVA 5,5: Prova insufficiente della bulgara, sempre fermata da Di Criscio.
COLOMBO 6: Subentra a Castiello nell’ultimo quarto d’ora di gioco, buon impatto nel match.
PALOMBI 6: Qualche guizzo.
VISENTIN 6: Subentra a cinque dalla fine e sfiora il gol.

Ternana Femminile, parla Camilla Labate: “La partita con la Lazio è un crocevia. Mr Melillo? Un maestro di calcio…”

Il match per eccellenza della giornata di Serie B Femminile sta vivendo la sua vigilia e per l’occasione ha parlato ai nostri microfoni l’attaccante della Ternana Camilla Labate. Per la calciatrice, classe 1999, è una gara dalle emozioni speciali perché si presenta come ex. Labate ha vissuto una stagione e mezza con la maglia biancoceleste e si è tolta diverse soddisfazioni: prima la promozione e poi la stagione in Serie A. Una giocatrice che ha saputo adattarsi a diversi ruoli e mostrare tutta la sua versatilità e che con Mister Melillo ha vissuto gli anni d’oro della Primavera della Roma e ora con lui si sta giocando la promozione in Serie A. Il mister ha cucito la sua filosofia addosso alle ragazze, che costruiscono gioco e azioni da gol, prendendosi anche qualche rischio, ma soprattutto è stato in grado di trasmettere la sua mentalità. Labate sa che domani i tre punti sono fondamentali, ma è consapevole che il campionato è ancora lungo e nulla è ancora deciso. Le rossoverdi hanno preparato il match focalizzandosi sui propri punti di forza perché vogliono far divertire il pubblico di casa, in grado di dare fiducia alle fere.

Domenica scorsa una vittoria importante, per come è arrivata e soprattutto viste le condizioni del terreno. È stata la più difficile finora?

“Sì, domenica scorsa è stata una grande vittoria arrivata grazie alla determinazione e la coesione del nostro gruppo ma credo che i 3 punti conquistati ad Arezzo siano stati i più impegnativi, sia per le condizioni del campo che per la dinamica della partita.”

La Ternana fin qui si è dimostrata una squadra con un’idea di gioco ben radicata e molto propositiva, è questo il vostro punto di forza?

“Sì, credo che il nostro modo di giocare così offensivo dato dalla filosofia di Mr Melillo sia il nostro punto di forza. Noi difendiamo attaccando e cerchiamo sempre di fare un bel gioco, consapevoli che questo significa prenderci qualche rischio in più in difesa ma per ora questo stile ci sta dando buoni risultati e vogliamo continuare così.”

 

⁠Dall’anno scorso ci sono stati innesti di spessore come Pirone e Tui che stanno mettendo al servizio della squadra tutta la loro esperienza. Cos’ha in più questa Ternana rispetto a quella della scorsa stagione e come vedi in generale il livello del campionato?

Con Pirone e Tui ma anche altri innesti importanti come Wagner, si è alzata molto la qualità di gioco ma soprattutto l’esperienza che forse ci ha penalizzato un po’ lo scorso anno. Loro ma soprattutto Valeria ci aiutano molto a rimanere sempre focalizzate sull’obiettivo e a non esaltarci troppo del risultati positivi ottenuti. Credo siano state cruciali per fare un ulteriore step mentale, oltre che calcistico.”

Cosa significa arrivare al big match con la Lazio a pari punti? E tu personalmente da ex come la vivi?

La partita contro la Lazio a questo punto del campionato porta con sé tanta pressione e per me che sono un’ ex anche tanta emozione. È chiaro che sarà un crocevia importante che può già indirizzare il campionato ma non determinarlo. Il cammino è ancora lungo, con tante partite da giocare e noi vogliamo godercele tutte.”

Giocherete in casa dove avete uno score di 6 vittorie su 6. Che importanza dai al fattore pubblico?

“Credo che il supporto del nostro pubblico sia un fattore in più che può aiutarci ad acquistare fiducia e fierezza. Vogliamo fare bene e cercare di regalare un bello spettacolo agli spettatori, come tutte le domeniche d’altronde.”

⁠È una partita che già di per sé porta tanta motivazione, come si prepara a livello tattico? Voi siete il miglior attacco ma sfiderete la miglior difesa…

In realtà abbiamo guardato poco l’avversario ma ci siamo focalizzate sul nostro gioco e sui nostri punti di forza. Non è un periodo fortunatissimo sotto il punto di vista infortuni e ci sono state più attenzioni sotto questo punto di vista ma siamo determinate e concentrate al punto giusto, consapevoli che domenica sarà comunque una partita di pallone dove divertirsi.”

Hai esordito in Serie A con Mister Melillo e ora con lui ti stai giocando la promozione in Serie A. Che significato avrebbe raggiungerla proprio con lui alla guida?

Ho sempre pensato che di allenatori bravi, preparati ma soprattutto innamorati di questo sport, in questo mondo come lo è Mr Melillo ce ne siano veramente pochi, e negli ultimi due anni dove ho avuto la fortuna di tornare a lavorarci insieme me ne sono convinta sempre di più. È un vero maestro del calcio a cui unisce sensibilità e mentalità vincente che aiutano tanto anche il gruppo. Ho avuto la fortuna di vincere 3 scudetti primavera con lui ma arrivare in serie A insieme a lui sarebbe il coronamento di un sogno.”

In questa stagione hai segnato già 5 gol in campionato tra cui quello decisivo per i tre punti con l’Arezzo. L’anno scorso 12, ti sei posta un obiettivo a livello realizzativo? E come è cambiata la tua posizione in campo dalle giovanili ad oggi?

“Per quest’anno non mi sono posta un obiettivo preciso dal punto di vista realizzato ma voglio sempre far meglio e spero di riuscirci anche in questa stagione.

Nasco attaccante proprio nei primi anni di Res con Mr Melillo che poi, però, per necessità, mi mise prima esterno poi terzino e da lì sono sempre rimasta sulla fascia fino a che, nella seconda metà della passata stagione, mi ha messa a fare il ¾, ruolo che mi ha portato tante soddisfazioni e gol. Quella posizione lì è la mia preferita perché posso muovermi più liberamente e vedere meglio la porta ma quest’anno c’è più bisogno che faccia il quinto di centrocampo e a me va benissimo, anche lì mi diverto molto.”

 

Asia Di Palma

Gabriele Boloca fa il doppio salto e passa alla Ternana in B: ufficiale l’addio all’Albenga

Era nell’aria da giorni e ieri è arrivata la conferma: il difensore Gabriele Boloca ha ufficialmente lasciato l’Albenga. Il classe 2001 ha conquistato con il suo talento la Ternana, che lo ha ingaggiato e annunciato nella giornata di ieri. Il giocatore rumeno abbandona dunque la Serie D e sale di due gradini per dare il via ad una nuova avventura tra i professionisti: la prima in Serie B. Fratello minore di Daniel, in forza al Sassuolo, Gabriele ha vissuto la prima parte di stagione all’Albenga collezionando 14 presenze e mettendo in mostra tutte le sue qualità difensive. Le grandi prestazioni gli hanno fatto guadagnare l’interesse della Ternana, che lo ha ingaggiato fino al 30 giugno 2025. Un altro Boloca arriva in Serie B, dopo Daniel, classe 1998, che dal Fossano si era trasferito al Frosinone con cui ha conquistato la promozione agli ordini di Grosso al termine della scorsa stagione. Nato a Chieri, il difensore è cresciuto nel settore giovanile della Juventus poi si è trasferito al Bologna e successivamente al Monza con cui ha concluso il suo percorso giovanile. Tornato alla Juventus, ha fatto parte dell’Under 23 facendo il suo esordio tra i professionisti con la Next Gen. La stagione 2022-2023 è stata quella dell’esordio in Serie D con il Seregno: in Brianza ha trascorso metà stagione, poi a febbraio è approdato al Chieri, squadra della città in cui è nato. In estate è stato acquistato dall’Albenga ed ora si appresta a vivere un’importante seconda parte di stagione alla corte di Roberto Breda. I rossoverdi stanno inseguendo l’obiettivo salvezza ed hanno concluso il 2023 con una striscia positiva di risultati, ad esclusione della sconfitta con la capolista Parma. I ragazzi di Breda hanno conquistato quindici punti in cinque partite a dicembre battendo dirette concorrenti come Cosenza, Feralpisaló e Lecco e pareggiando con il Pisa. I rossoverdi sono usciti sconfitti solo dal match contro il Parma e oggi il loro campionato ripartirà da Bari: Gabriele Boloca, presente tra i convocati, potrebbe fare il suo esordio nella cornice dello Stadio “San Nicola”.

L’annuncio ufficiale

“La Ternana Calcio comunica di aver acquisito a titolo definitivo dall’Albenga il calciatore Gabriele Boloca. Il difensore centrale classe ’01 si è legato ai rossoverdi fino al 30 giugno 2025.
Dopo la trafila nel settore giovanile juventino si trasferisce al Bologna (agosto 2019) mettendo insieme 9 presenze con la Primavera tra campionato (7) e Coppa Italia (2). Poi la parentesi di Monza (ottobre 2020-gennaio 2021), il ritorno alla Juventus e 27 panchine in Serie C con la Under 23. Infine Seregno (Serie D girone B, 2 presenze), Chieri (Serie D girone A, 10 presenze) e Albenga (Serie D girone A, 13 presenze).

Benvenuto Gabriele!”

 

 

Asia Di Palma