La Freedom in rimonta si impone a Parma: le pagelle del match

Uno dei risultati sorpresa di questa giornata: il Parma cade in casa contro la Freedom e perde ulteriore terreno dalla vetta della classifica. Terzo k.o. consecutivo per le crociate, che ora sono a nove punti dal primo posto. La Freedom, dopo una serie di prestazioni positive, raccoglie quanto seminato e ottiene una vittoria preziosissima salendo a 12 punti come la San Marino Academy. La lotta alla salvezza si fa sempre più interessante.

Parma

CAPELLETTI 6
A parte i gol, mai chiamata in causa

MASU 6
Gestisce il possesso insieme alla compagna di reparto

WILLIAMS 6.5
Chiamata spesso in causa dal suo lato

GAGO 5.5
Nel momento del bisogno non si fa trovare pronta

RIZZA 6
Partita tranquilla dal suo lato

SILVIONI 6
Aiuta e si fa vedere per le compagne

NICHELE 6
Prova a gestire e smistare palloni in mezzo al campo

AMBROSI 6
Cerca di dare carica alle compagne, nel finale prova a salire

PLONER 6.5
Mostra le sue qualità in mezzo al campo

KONGOULI 5.5
Corre tanto e si sacrifica, non si rende molto pericolosa

BENEDETTI 7
Trova il gol del vantaggio, si libera e aiuta le compagne

DI STEFANO 6
Entra e sfiora il gol del pareggio

CORAZZI; DI LUZIO S.V.

All. COLANTUONO 6

Freedom

6
FEDELE 6
Non può nulla sul gol, bene in alcune prese

GIATRAS 6
Parte in ombra, poi mostra sicurezza

MELLANO 6
Si sacrifica tanto in mezzo al campo

BURBASSI 5.5
Prova ad aiutare, ma viene fermata bene

ZITO 6.5
Prende confidenza con il passare del tempo

DI LASCIO 6.5
Amministra il pallone e prende botte combattendo in mezzo al campo

DEVOTO 6
Svolge il suo compito dal suo lato

SERNA 5.5
Prova a rendersi disponibile, ma anche lei viene neutralizzata bene

COCCO 6
Aiuta in mezzo al campo come può, costretta al cambio per infortunio

BATTAGLIOLI 5.5
Rimane in ombra per quasi tutta la partita

ASTA 7.5
Quasi impeccabile in difesa, trova il gol del pareggio

VAZQUEZ 6
Entra nel primo tempo, gioca senza paura

PARASCANDOLO 7
Entra, combatte e si procura il rigore

MARTIN 7
Si incarica di battere il rigore e regala la vittoria alla squadra

BRUNI S.V.

ALL. ARDITO 7

Lorenzo Tassoni

 

 

Jansen e Sechi stendono il Parma, il Cesena sale al terzo posto in solitaria: le pagelle

Il big match di giornata tra Cesena e Parma viene vinto dalle romagnole, che partono subito forte con una super Jansen: doppietta e nove gol in campionato. Il capitano del Parma, Ambrosi, accorcia le distanze su rigore ma le ragazze di Conte con Sechi si portano sul 3-1. Bianconere che salgono in solitaria a 40 punti staccando proprio le crociate.

Cesena Femminile

SERAFINO 7
-Prestazione sontuosa dell’estremo difensore delle romagnole: è impeccabile nelle uscite e respinge con efficacia tutte le conclusioni dell’offensiva crociata.

CASADEI 7
-Dà continuità all’ottimo periodo di forma con un’altra prestazione di livello. Domina nei contrasti e abbina la solita corsa a grande qualità, anche nella metà campo avversaria.

D’AURIA 7
-Simbolo della solidità difensiva delle bianconere, concede poco o nulla alle attaccanti del Parma. Sempre ben posizionata, attenta sulle palle aeree, dimostra buona confidenza col pallone in fase di impostazione.

GROFF 7
-Solita partita molto concreta, senza sbavature. Guida la retroguardia con grande autorità.

CUCINIELLO  7-
-Mette in mostra tutta la sua fisicità e domina negli scontri aerei. Nel secondo tempo il Parma insiste molto sulla sua fascia, mettendola in difficoltà in alcune circostanze, ma nel complesso prestazione ampiamente sufficiente.

NANO 7-
-Tatticamente preziosa per questo Cesena, partecipa ottimamente ad entrambe le fasi. Serve a Sechi un assist al bacio per il gol del 3-1.

CATELLI 7
-Metronomo delle bianconere, detta i tempi in mezzo al campo mettendo in mostra tutta la sua qualità completando una serie infinita di passaggi. A ciò abbina intelligenza tattica facendosi trovare sempre ben posizionata contribuendo all’eccellente prestazione difensiva delle romagnole.

MAK  7
-Ha dimostrato di essere entrata appieno nelle dinamiche tecnico-tattiche della squadra. Partita ottima in entrambe le fasi, tanti palloni recuperati ed efficace palla al piede, anche nella metà campo avversaria

JANSEN 7.5
-In stato di grazia, segna 2 gol tanto belli, quanto decisivi per il risultato finale. Oltre alle reti, prestazione di grande qualità: le sue compagne si affidano ai suoi centimetri e alla sua fisicità ricercandola spesso con palle alte sempre ben gestite.

SECHI 7+
-Una sentenza in area di rigore: il suo decimo centro stagionale vale il definitivo 3-1 ed è una rete da attaccante vero. Dopo ciò possiamo parlare anche della solita prestazione di livello segnata dal continuo pressing in fase di non possesso e dell’ottima gestione della palla spalle alla porta.

LONATI 7
-La sgaloppata di oltre 50 metri palla al piede sul finale di gara è il riassunto della sua partita: tanta corsa, tanta qualità e tanto sacrificio soprattutto in fase difensiva.

TAMBORINI 6+
-Entra con l’atteggiamento giusto, pressa costantemente la retroguardia crociata e nonostante i pochi minuti a disposizione riesce a rendersi pericolosa

RISINA SV

ALL. CONTE 7.5
-Una partita che è sempre stata dalla parte delle bianconere che la portano a casa con carattere, qualità e ottima organizzazione difensiva. Il suo Cesena non è più una sorpresa, altra vittoria, la quarta consecutiva, che permette alle romagnole di guadagnarsi il terzo posto in solitario.

Parma Women

CAPELLETTI 5.5
-Imprecisa nella lettura della traiettoria sulla conclusione dalla distanza di Jansen che vale l’1-0. Poco può in occasione degli altri due gol subiti.

RIZZA 6
-Buona prestazione in fase di possesso, viene spesso coinvolta dalle compagne e non rinuncia mai a sovrapporsi. Lacunosa difensivamente.

AMBROSI 6+
-Con il Cesena che rinuncia spesso al primo pressing la capitana delle emiliane gode di ampia libertà in fase di impostazione, toccando tanti palloni anche in maniera efficace. In fase difensiva soffre particolarmente lo scontro aereo con Jansen. Dagli 11 metri realizza il gol del momentaneo 2-1, il 6° stagionale.

PERIN 5.5
-Giornata complicata per la numero 17 delle crociate che fatica ad arginare le accelerazioni di Sechi. Sechi persa ingenuamente in occasione del gol del 3-1

PERUZZO 6-
-Fatica ad arginare le offensive di Lonati e compagne. In fase di possesso si propone spesso nella metà campo avversaria senza riuscire ad incidere.

BENEDETTI 6-
-Prestazione tattica interessante, condita da numerosi inserimenti offensivi senza palla, ma non riesce mai a far male alla retroguardia delle bianconere. Nel secondo tempo cala fisicamente e si vede meno

NICHELE 6-
-Colantuono la schiera in mezzo al campo, gioca tanti palloni, ma non è sempre precisa

SILVIONI 6
-Torna titolare dopo tanto tempo gioca un buon primo tempo dove abbina quantità a qualità, nella ripresa rallenta i ritmi e viene sostituita al 59°.

PLONER 5.5
-Gioca al di sotto delle aspettative. Viene schierata sulla trequarti a sostegno di Gago e Kongouli, ma fatica a dialogare con loro. Solo in alcune circostanze riesce a creare qualche situazione pericolosa, degna di nota è quella che porta al rigore poi trasformato da Ambrosi.

GAGO 5+
-Giornata negativa per l’attaccante francese che non riesce mai a rendersi pericolosa. Il primo tempo gioca come punta centrale, anche se spesso si allarga, nella ripresa Colantuono la sposta a sinistra, in quella che dovrebbe essere la sua posizione naturale, ma non riesce a fare meglio.

KONGOULI  6
-La più pericolosa delle crociate, in diverse situazioni ha la possibilità di poter far male, ma non riesce mai a colpire.

DISTEFANO 6+
-Entra nel secondo tempo con tanta voglia di fare, spazia su tutto il fronte d’attacco riuscendo in più occasioni a concludere verso lo specchio della porta.

WILLIAMS,GUEGUEN, DI LUZIO, CORAZZI  S.V.

ALL. COLANTUONO 6
-Le sue ragazze pagano un approccio inesistente alla partita che le obbliga a dover rincorrere continuamente. Ammirevole è l’atteggiamento mai rinunciatario che le spinge ad attaccare fino all’ultimo secondo, ma non basta. Certamente le assenze pesano e i nuovi acquisti devono ancora integrarsi al meglio.

 

Jacopo Pagliarani

 

 

La magia di Moraca regala i tre punti alla Lazio contro il Parma: le pagelle

Nel big match del weekend le biancocelesti con una magia di Giusy Moraca portano a casa i tre punti. Le biancocelesti salgono a quota 40, mentre il Parma, fermo a 37, viene agganciato dal Cesena, ma rimane in piena corsa per la Serie A.

Parma Women

Capelletti 6
Viene chiamata in causa poche volte, incolpevole sul gol di Moraca

Rizza 6
La corsa e la qualità di Gothberg la mette spesso in difficoltà, ma tiene botta

Ambrosi 6.5
Accende un gran duello senza esclusione di colpi con Popadinova. Prestazione da leader

Perin 6.5
Chiamata a sostituire Fracaros, contiene bene Visentin rendendosi autrice di un gran salvataggio su un tiro di Popadinova

Peruzzo 6
Torna titolare dopo una lunga assenza, finisce la gara in debito d’ossigeno. Ma la prestazione è positiva

Benedetti 6
Cerca di rendersi pericolosa con qualche inserimento, ma non riesce a incidere

Nichele 6
Sempre ordinata con il pallone tra i piedi, tiene bene la posizione

Ploner 6.5
Sfiora il pareggio con un gran mancino, Guidi e la traversa le negano la gioia del gol

Kongouli 5.5
Si muove bene tra le linee, ma spesso non trova l’imbucata giusta

Di Luzio 5
Perde gran parte dei duelli con le centrali avversarie, va in grande difficoltà

Gago 5.5
Poco lucida rispetto alle ultime uscite, non riesce mai a incidere

Di Stefano 6
Entra con la voglia giusta e si rende pericolosa un paio di volte

Williams 6
Entra bene e spinge tanto sulla fascia, ma non basta

Silvioni 6
Torna in campo dopo un lungo infortunio, positivo anche il suo ingresso

Cini S.V.

ALL. COLANTUONO 6
Le assenze hanno pesato sulla prestazione delle sue ragazze. Questa sconfitta, però, non cambia le carte in tavola per la promozione

Lazio

Guidi 7
Nel primo tempo salva su Ploner, nella ripresa si oppone ad Ambrosi: i tre punti passano anche dalle sue parate

Pittaccio 6.5
Contiene alla grande Gago sulla sua fascia e spesso si rende pericolosa in attacco

Mancuso 6.5
Gara di grande ordine e concentrazione, non concede nulla a Di Luzio

Baltrip Reyes 6
Rientra dopo una lunga assenza e si cala bene al centro della difesa

Gothberg 7
Una spina nel fianco della difesa del Parma: attacca e difende senza sosta. Prestazione di altissima qualità.

Castiello 6
Prestazione poco appariscente ma di grande sostanza la sua, dà grande dinamismo al centrocampo laziale

Eriksen 6
Tutti i palloni che passano dai suoi piedi sono in cassaforte, ha una gestione del pallone da far invidia a chiunque

Colombo 6.5
Oltre a un grande dinamismo, si mette in luce con una serie di giocate di grande qualità

Moraca 8
Decide la sfida con un eurogol. Dà sempre del “tu” al pallone, in ogni momento può inventare dei pericoli. Giocatrice totale.

Popadinova 6.5
Lotta per tutta la gara con Ambrosi difendendosi molto bene. Si mette in luce con qualche giocata di fino

Visentin 6
Nel primo tempo è molto attiva, nella ripresa si spegne alla lunga. Prestazione comunque positiva.

Gomes 6
Entra per tenere il pallone e far rifiatare le compagne, lo fa bene.

Adami 6
Grazie al suo ingresso la Lazio gestisce meglio la palla quando è sottopressione.

Ferrandi 6
Si propone con personalità a centrocampo, ingresso positivo anche il suo

Palombi S.V.

ALL. GRASSADONIA 6.5
Una vittoria fondamentale per lo spirito del gruppo, più che per la classifica. La dimostrazione che la sua squadra è la favorita per la vittoria.

 

Martino Cozzi

 

Serie B Femminile/Parma vs Lazio: tre punti per la Serie A. Un match da non perdere

Il girone di andata in Serie B Femminile si chiuderà questa domenica 28 gennaio, e lo farà con diversi match importanti tra cui quello tra Parma e Lazio. Le crociate e le biancocelesti sono a pari punti, 37, e guidano la classifica insieme alla Ternana, che invece sfiderà la San Marino Academy.

Un altro duello tra due squadre a pari punti, che arriva due settimane dopo quello tra Ternana e Lazio: il pareggio tra le fere e le biancocelesti aveva permesso proprio al Parma di agganciarle in vetta alla classifica. Questo weekend invece sarà la Ternana ad osservare da “spettatrice” il match, ma dovrà affrontare una San Marino Academy con necessità di punti per smuovere la situazione in classifica.

Parma e Lazio hanno affrontato tre squadre uguali nelle ultime cinque partite: Ravenna, Tavagnacco e Pavia. Contro queste tre avversarie, il Parma ha siglato dieci gol subendone uno, mentre la Lazio ne ha segnati dodici senza incassarne. Da dicembre ad oggi il Parma ha raccolto tutti i punti possibili (15) ed ha agganciato il duo di testa. La Lazio ha raccolto tredici punti, pareggiando solo con la Ternana nell’incontro di due settimane fa.

 

Parma: rivoluzione estiva, ripartenza e tante novità

Una rosa completamente rivoluzionata in estate dopo la retrocessione dalla Serie A, allenatore nuovo ed ambizioni altissime. La società di Kyle Krause ha cambiato volto con l’obiettivo di rinascere e tornare subito nel massimo campionato. Per la ripartenza dalla Serie B, il club gialloblu si è affidato a mister Salvatore Colantuono che, dopo due ottime stagioni al Cittadella Women, ha portato con sé diverse ragazze. Laura Peruzzo per la difesa, Elena Nichele, Veronica Benedetti e Caterina Ambrosi per il centrocampo, autrice quest’ultima di ben cinque reti. Anche in attacco, il Parma ha scelto due ex Cittadella: Sofia Kongouli (4 reti) e Caterina Ferin (3 reti).

Un ritmo da Serie A

La squadra crociata è reduce da nove vittorie consecutive: dal 7-1 con l’Hellas Verona al 3-0 di domenica con l’H&D Chievo Women. Un rullino di marcia davvero impressionante, che ha portato le gialloblu ad agganciare la vetta della classifica. L’unico inciampo di questa stagione è stato contro il Brescia Femminile, alla terza giornata, dove alle ragazze di Colantuono è mancata la giusta cattiveria agonistica. Dopo il 2-2 del 22 ottobre contro la San Marino Academy, il Parma non ha più sbagliato e al ritorno dalla sosta per le Nazionali ha dato il via alla striscia positiva.

In questa stagione le crociate hanno dimostrato di saper affrontare in modo quasi impeccabile gli scontri diretti: sia successi di misura come nel caso del 2-1 contro il Cesena o del 2-0 con il Genoa, sia dilagando come con Ternana (5-2) ed Hellas Verona (7-1). Anche domenica, contro una squadra molto preparata, il Parma ha sofferto ma è riuscito a portare a casa il match con le reti di Fracaros, Gago e Di Luzio, già due reti dal suo arrivo.

Il mercato: l’arma in più

Dal mercato sono arrivati rinforzi importanti: in prestito dal Como Women Carlotta Masu (difensore) e Greta Di Luzio (attaccante), mentre a titolo definitivo Ploner e Corazzi (centrocampiste dall’Arezzo). In uscita, invece, Miotto, che è andata all’Arezzo, Fuganti e Brscic al Bologna e Spyridonidou, che per problemi personali è tornata in Grecia. A livello di infortuni, il Parma ha recuperato proprio domenica Sofia Kongouli, dopo due mesi e mezzo di stop, e la greca ha subito dato il suo contributo. Mister Colantuono dovrà fare a meno di Ferin, che sarà out e dovrebbe rientrare in primavera e di Vivien Beil, che aveva accusato un infortunio nel riscaldamento prima del match con il Pavia.

Lazio: dalla solidità difensiva, all’esperienza in attacco

Sette i gol siglati dalla Lazio contro il Ravenna, come il numero di quelli incassati in tutta la stagione finora. Le biancocelesti hanno la miglior difesa del campionato: nove clean sheet in stagione. La retroguardia capitanata da Emma Guidi si è dimostrata molto solida in questo girone di andata e l’attacco con Moraca, arrivata nel gennaio 2023,  Gomes e Popadinova (subentrate in estate) è aumentato il livello di esperienza. Le tre attaccanti hanno siglato quindici delle 38 reti della squadra.

Pochi cambiamenti estivi

Dopo il secondo posto della scorsa stagione e lo spareggio perso con il Pomigliano, le biancocelesti vogliono tornare in Serie A a due anni di distanza dall’ultimo campionato nella massima serie. A differenza del Parma, la Lazio non ha cambiato moltissimo in estate, dove, sono comunque arrivati rinforzi importanti come Eleonora Goldoni e Evdokia Popadinova dal Sassuolo, Adriana Gomes e Giulia Ferrandi dal Napoli campione della scorsa Serie B. Insieme a loro sono approdate in biancoceleste anche Melanie Kuenrath dal Trento, Giulia Mancuso dal Cesena, Fabiana Fierro dal Pomigliano e Maja Gothberg da un club finlandese.

La stagione attuale

Una rosa di alto livello e soprattutto completa in tutti i ruoli, che vuole puntare a tutti i costi alla Serie A. Mister Gianluca Grassadonia si è seduto sulla panchina biancoceleste nelle ultime tre giornate del campionato scorso, guidando il club anche nelle due partite spareggio. In questa stagione, la Lazio è stata protagonista sin da subito dell’avvincente duello con la Ternana assaporando il primo posto in solitaria tra il 12 e il 19 novembre.

Il primo e unico k.o. è arrivato il 19 novembre contro il Cesena ad una settimana esatta da quello della Ternana contro il Parma. Il secondo stop stagionale è stato il pareggio di due domeniche fa contro le fere: match in cui Emma Guidi è stata grande protagonista salvando le biancocelesti in più occasioni. A gennaio, la società ha aggiunto una calciatrice di grande esperienza in rosa: Greta Adami, centrocampista classe 1992, che ha esordito da titolare contro il Ravenna. La sua esperienza tra Fiorentina e Milan, il suo palmares e le sue qualità potrebbero rivelarsi fondamentali per raggiungere i traguardi prefissati dal club. Da più di un mese, Eleonora Goldoni è ai box per un infortunio alla caviglia, ma l’ex Inter e Sassuolo sta lavorando duramente per recuperare e tornare a contribuire alla causa biancoceleste.

 

Numeri a confronto

PUNTI IN CASA: 21 (P); 18 (L)

PUNTI IN TRASFERTA: 16 (P); 19 (L)

GOL FATTI: 42 (P); 38 (L)

GOL SUBITI: 12 (P); 7 (L)

 

Asia Di Palma

 

 

Serie B Femminile/Il Parma non sbaglia e mette k.o. l’H&D Chievo Women: le pagelle

L’H&D Chievo Women mette in difficoltà il Parma, che con pazienza riesce a trovare un’importante vittoria. Apre le marcature al 15′ Fracaros su punizione, poi al 60′ la neo arrivata Di Luzio trova il raddoppio. Al 90′ Gago sigla la rete del 3-0 e mette il sigillo sul risultato.

H&D Chievo Women

SOGGIU  5.5
Prestazione così così, più di qualche colpa sul secondo gol. Rischia di fare la frittata all’80’, ma Tonelli salva sulla linea

TONELLI 5.5
Gioca un ottimo primo tempo, con attenzione e grinta. Salva un gol sulla linea, ma commette un errore grave sul terzo gol ospite

MICCIARELLI 6
Partita ampiamente sufficiente, mette una pezza in diverse situazioni

CONGIA 5.5
Qualche indecisione di troppo macchia una prestazione vicina alla sufficienza

CRESPI 6
Qualche difficoltà in avvio, migliora molto alla distanza. La media è una sufficienza meritata

KETIS  6
Prova a dare sostanza e qualità alla mediana del Chievo, buona prestazione

MONTEMEZZO 6.5
La più giovane in campo gioca una gran partita: grinta, attenzione, qualità, concentrazione. La migliore del Chievo

PIZZOLATO 6
Si accende quando può, non una partita semplicissima. Fa quanto le viene chiesto in copertura

MARENGONI 5.5
Cresce alla distanza, ma non riesce ad incidere in zona d’attacco

LANDA 6
Per voglia e determinazione merita una sufficienza ampia, manca qualcosina per salire ancora di livello

PICCHI 5.5
Un attaccante, quando può, deve far gol: purtroppo oggi, nonostante qualche buona palla che le arriva in area, non riesce. Si rifarà presto

POLI 6
Entra e va a prendersi la fascia destra, prova a rendersi pericolosa

BEGAL  6
Porta dribbling e qualità in campo, peccato vederla solo dopo lo 0-2

MERLI; PEDDIO S.V.

All. ULDERICI 6.5
Contro un avversario più forte e più esperto, il suo Chievo gioca una partita più che positiva. Il risultato punisce oltremisura le sue ragazze

Parma Women

CAPELLETTI 6
Si potrebbe fare un copia e incolla della pagella della scorsa settimana: quando è chiamata in causa c’è. Altro clean sheet

RIZZA 6.5
Buona prestazione, nella ripresa interrompe diverse azioni offensive delle avversarie

AMBROSI 6
Prestazione solida, non ha grosse difficoltà

FRACAROS 6.5
Mezzo voto in più per la bella punizione mancina con cui sblocca la gara. MVP

WILLIAMS 5.5
Brave le avversarie a limitarla, si vede poco

PLONER 5.5
Gara un po’ in ombra, è costretta ad utilizzare più il fisico che le qualità tecniche

BENEDETTI  6.5
Altra gara di qualità e quantità, anche dopo l’infortunio resta in campo ed è una certezza

NICHELE 6
Oggi più “silenziosa” di altre gare, resta comunque un punto fermo della mediana ducale

DISTEFANO 5.5
Mezzo voto in meno per il clamoroso gol del raddoppio mancato. Pomeriggio non semplicissimo

DI LUZIO  6.5
Fa quello che deve: lotta, gioca di sponda, mette qualità e, soprattutto, segna: da terra mette dentro il pesantissimo gol dello 0-2

GAGO 6
In ombra per gran parte del match, soprattutto per merito della difesa del Chievo, appena si accende è pericolosissima. Segna lo 0-3 con un gol di rapina

KONGOULI 6.5
Al rientro dopo lo stop, subentra nella ripresa ed è pericolosa fin da subito. Entra di prepotenza nel gol dello 0-3

CORAZZI 6
Prestazione sufficiente, va ad occupare lo slot davanti alla difesa
PERIN; NOZZI ; PANTANO S.V.

ALL. COLANTUONO 6.5
Altro successo, il nono di fila, ma con un valore ancora superiore, perché il Chievo per larghi tratti del match mette in difficoltà il suo Parma. La sua squadra ha la maturità di aspettare che la partita scorra in proprio favore e nel finale dilaga.

 

Salvo Fratello