Ternana Women, un viaggio destinato a continuare: le parole dei protagonisti nel post partita

Per la Ternana Women si è conclusa una stagione di altissimo livello in cui le rossoverdi hanno proposto una filosofia di gioco ben precisa ed hanno conquistato 76 punti. Il finale non è stato quello sperato, ma la strada è tracciata e porta ad un futuro radioso. Come dichiarato dalla dirigenza qualche giorno fa, la volontà di proseguire con Mister Melillo è la prova dei progressi fatti dalla squadra. Al termine dello 0-0 contro il Napoli Femminile mister Melillo ha parlato ai microfoni del club.

Fabio Melillo: “Squadra migliorata in tutto”

“Qualche recriminazione c’è  perché quando dimostri di stare in partita con un avversario di categoria superiore chiaramente ti resta l’amaro in bocca per il risultato. Non posso rimproverare niente all’impegno delle ragazze durante tutto l’anno. Vedendo la crescita di personalità vuol dire che il percorso è stato importante. La squadra si è formata in due anni ed è migliorata in tutto. Solo un regolamento assurdo non permette alla squadra di salire in A con un secondo posto. Nei giorni successivi a mercoledì scorso c’è stato un po’ di rammarico anche per il mancato rigore su Pirone. I numeri sono importanti, sono migliorati rispetto all’anno scorso e c’è la consapevolezza di vedere le ragazze convinte di voler essere competitive.”

Un gruppo unito

L’unione del gruppo, tra giovani e più esperte, è stata tra le chiavi della stagione. Un esempio è l’immagine dell’abbraccio tra Labate, le compagne e lo staff tecnico dopo il gol nel playoff di andata contro il Napoli. Ieri, una delle protagoniste della stagione, Sara Tui, ha lanciato un messaggio sul suo canale social: “Orgogliosa di questa squadra, oggi, domani e sempre. E un privilegio vivere questo spogliatoio, posso solo dire grazie”. Un gruppo coeso che vuole ripartire da questa amara delusione consapevole delle proprie forze per arrivare ancora più in alto.

Asia Di Palma

Serie B Femminile, la terza neopromossa è la Vis Mediterranea: festa per le campane

Dopo Lumezzane e Meran Women la terza squadra a salire nella Serie cadetta è la Vis Mediterranea. Alla squadra campana bastava un punto per aggiudicarsi la matematica promozione in B.

Benvenuta in Serie B

Con un netto 7-0 ai danni del Villaricca, la Vis Mediterranea si è aggiudicata la promozione in Serie B. Le ragazze gialloblu avevano sciupato la scorsa settimana l’occasione, pareggiando contro il Catania, ma oggi hanno recuperato con grande determinazione. Le avellinesi hanno conquistato 74 punti e ad una partita dalla fine del campionato sono a +6 dal Frosinone. Una sola sconfitta subita in 29 gare, poi 23 vittorie e 5 pareggi. La squadra gialloblu vanta il secondo miglior attacco del girone, alle spalle del Trastevere(91 gol fatti contro 109), ma ha subito solo 10 reti ed è, con grande distacco, la miglior retroguardia del girone C. La Vis Mediterranea concluderà il campionato la prossima domenica contro il Lecce Women e potrà festeggiare tra le mura di casa.

Asia Di Palma

Serie B Femminile, il Genoa saluta e ringrazia mister Antonio Filippini

La stagione di Serie B si è conclusa da meno di 48 ore, ma le novità dalle panchine non tardano ad arrivare. Il Genoa Women ha comunicato la fine del rapporto con mister Antonio Filippini.

Una stagione e mezza in rossoblu

L’ex giocatore del Brescia era approdato sulla panchina rossoblu nel gennaio 2023  ed aveva risollevato il Genoa da una situazione complicata. La squadra aveva soltanto otto punti e, dal suo arrivo, ne ha conquistati 23 raggiungendo una salvezza che sembrava molto lontana. In questa stagione le rossoblu hanno collezionato 12 vittorie, 6 pareggi e 12 sconfitte posizionandosi al settimo posto con 42 punti, 11 in più dello scorso anno. Filippini, come sottolineato da alcune giocatrici, oltre ad essere un allenatore è anche un mental coach e questo è stato fondamentale per le ragazze. L’ex allenatore di Lumezzane, Trento, Livorno e Pro Sesto non siederà sulla panchina del Genoa nella prossima stagione.

 

L’annuncio

“Grazie, Antonio! Il Genoa comunica che il contratto di mister Filippini non verrà rinnovato.

Al tecnico vanno i ringraziamenti di tutta la società rossoblù e i più sinceri auguri per il futuro”

Asia Di Palma

Eterna Pirone, il Ravenna saluta con una gioia, grandi gol nella 30^ giornata

Il sipario è calato anche sulla Serie B Femminile, che è ufficialmente giunta al termine. L’ultima giornata ha regalato grandi risultati e gol sorprendenti a coronare una stagione che ha visto trionfare la Lazio, ma ha portato alla luce tante storie e progetti.

 

Eterna Pirone: doppietta e classifica capocannoniere

La domenica della Ternana è stata di quelle da ricordare: vittoria e spareggio per la Serie A conquistato. Una gara dalle mille emozioni, compreso l’addio di Yesica Menin, e in cui le ragazze di Melillo hanno voluto chiudere a tutti i costi il campionato con una vittoria. A decidere il match non poteva che essere lei: Valeria Pirone. L’attaccante, classe 1988, ha realizzato una doppietta che l’ha portata a 22 gol stagione, al pari di Bargi, e a vincere così la classifica marcatori. Anche a 35 anni la fame è sempre la stessa di quella ragazzina partita da Napoli per conquistare l’Italia intera. Domani la giocatrice rossoverde dovrà affrontare il suo passato e sarà la prima di due sfide che potrebbero portare le Fere alla tanto ambita Serie A.

Ravenna: una vittoria d’oro

Il mister lo aveva accennato a “B-Woman” venerdì scorso: “C’è stata una crescita sotto l’aspetto mentale”. Dopo settimane e mesi di duro lavoro, in cui la vittoria sembrava un taboo, Petralia e compagne sono riuscite a conquistare un successo che permette loro di lasciare la Serie B con un dolce ricordo. Lo zero nella colonna delle vittorie era un risultato parecchio duro per quello che si era visto in campo: in diverse occasioni il Ravenna avrebbe meritato qualcosa in più. Il 3-1 al Tavagnacco, con le reti di Petralia, Costantini e Papaleo, ha regalato una gioia soprattutto dal punto di vista mentale e del morale. Le giallorosse salutano la Serie B dopo una stagione complicata e si preparano ad essere protagoniste assolute in Serie C.

Le doppiette di Risina, Magri e Razzolini e il tacco di Merli

Oltre a Pirone, altre tre giocatrici hanno siglato una doppietta personale nel 30^ turno: Giulia Risina, Serena Magri e Costanza Razzolini. La centrocampista bianconera ha messo il segno sull’ultima vittoria stagionale del Cesena con un’importante doppietta. Domenica è stata una vera e propria attaccante aggiunta. Dopo tre sconfitte consecutive, il Brescia aveva bisogno di una grande prestazione per tornare alla vittoria e domenica ha siglato sei reti al Pavia. Tra le protagoniste della gara c’è Serena Magri: la classe 2001 ha aperto lo score al 24′ e ha raddoppiato a 10′ dalla fine. Nel grande primo tempo dell’Arezzo contro il Bologna c’è senza dubbio il segno di Costanza Razzolini: capitano e leader delle amaranto, che nelle ultime settimane si sono tolte diverse soddisfazioni. L’H&D Chievo Women ha chiuso con una vittoria, che vale il quinto posto, e il gol decisivo porta la firma di Merli. La classe 1995 con un colpo di tacco ha superato Nucera ed ha regalato i tre punti alle sue compagne.

Asia Di Palma

L’H&D Chievo Women batte la Freedom e chiude al 5° posto: le pagelle

I gol di Marengoni e Merli permettono alle veronesi di chiudere al 5° posto. La Freedom ha trovato il gol del momentaneo pareggio con Cocco.

H&D Chievo Women

SOGGIU 6.5
Una stagione in cui ha maturato molta esperienza. Grande intervento su Asta ad inizio secondo tempo

MICCIARELLI 6,5
Prova molto solida, autrice di diversi lanci in profondità per le compagne del reparto offensivo, che se concretizzati potevano rendere il risultato finale ancor più rotondo

SAGGION 6.5
Un voto per la stagione. Giocatrice tuttocampista: dove viene messa fornisce sempre prove di qualità. Oggi esce per infortunio, un augurio di un pronto rientro in campo.

BARRO 5.5
Commette il fallo di rigore in favore della Freedom, può crescere in vista della prossima stagione

PIZZOLATO 6.5
E’ una 2004, ma gioca da veterana ricoprendo ottimamente la casella di terzino sinistro

KETIŠ  6
Causa il gol del pareggio della Freedom scaturito da un tentativo di intervento a liberare senza successo, ma si rimette in carreggiata dirigendo bene le operazioni di regia a centrocampo

MONTEMEZZO 6
Se guardiamo complessivamente la sua stagione in un campionato complesso come quello cadetto, ha dimostrato di avere talento e può spiccare il volo diventando uno dei prospetti più interessanti del calcio italiano

MARENGONI 7.5
Porta in vantaggio le clivensi nel primo tempo, si sacrifica per le compagne e recupera un’innumerevole quantità di palloni. A lei la palma dell’”MVP” dell’incontro.

BEGAL 7
Inesauribile anche oggi: serve Marengoni per il gol dell’1-0, inizializza l’azione della marcatura di Merli e si rende pericolosa nel finale con Nucera che salva in corner

LANDA 6.5
Oggi poteva fare di più, ma i 53 punti maturati dalle gialloblù passano anche dai suoi gol. Stagione più che positiva

PICCHI 6
Non ha timbrato il cartellino nell’ultima uscita stagionale, ma ha fornito comunque una prova di esperienza

TREVISAN S.V

ROSOLEN 6.5
Ha sostituito con profitto l’infortunata Saggion. Quando viene chiamata in causa, si fa sempre trovare pronta

MERLI 7
Un colpo di tacco “‘ccezionale”, come direbbe Sandro Piccinini, un 2-1 che sancisce la vittoria per le gialloblù.

ALL. ULDERICI 7
Con una squadra creata praticamente da zero, ha creato un clima unico tra staff tecnico-dirigenziale e gruppo squadra. Una stagione da incorniciare per uno dei club più giovani della Serie B ed un futuro che, auspichiamo, sarà entusiasmante per l’annata a venire

Freedom

NUCERA 7
Chiamata spesso a neutralizzare le opportunità pericolose create dalle avversarie, si è resa protagonista di diversi interventi che avrebbero potuto rendere il passivo ancor più pesante

GIATRAS 5.5
Ammonita nel secondo tempo, oggi non è apparsa molto in forma. Con la sua esperienza ci si aspetta di più, ma va detto che siamo a fine stagione con l’obiettivo salvezza ampiamente raggiunto.

ZITO 6.5
Si è dimostrata anche in questa stagione un difensore goleador. Nella gara odierna, ha provato a costruire lanci in profondità ed a proporsi in avanti, ma senza successo.

BRUNI 5.5
Non si vede molto sul terreno di gioco, viene sostituita nel secondo tempo

DEVOTO 6.5
Fa il possibile per limitare le incursioni delle centrocampiste clivensi, non riuscendo a fermare in maniera ottimale le manovre offensive di queste ultime

BATTAGLIOLI 6.5
E’ l’autrice dell’assist che ha portato al momentaneo pareggio capitalizzato da Cocco

DI LASCIO 5.5
Ad inizio ripresa un lampo per Asta, poi sembra scomparire dai radar

MARTìN 6
Esulando dal rigore sbagliato, il suo arrivo nella seconda parte di stagione è stato sicuramente importante per la salvezza delle cuneesi

ASTA 6
Prova complessivamente sufficiente, anche se potrebbe concretizzare meglio le occasioni a campo aperto propiziate dalle compagne

BURBASSI 6
Si muove come un furetto in ogni spazio del campo, oggi le è mancato il gol

SERNA 6
Prova abbastanza positiva, buona l’intesa con Burbassi

COCCO 6.5
Da subentrata sigla il gol del momentaneo pareggio, che non è bastato alla Freedom per chiudere la prima stagione nel campionato cadetto

COTY VAZQUEZ; MARRONE; SERVETTO S.V.

MELLANO 6
Prende il posto di Serna a metà ripresa, per quanto ha mostrato si merita la sufficienza piena

ALL. ARDITO 6.5
Arrivato a gennaio con l’inizio del girone di ritorno, ha saputo risollevare la Freedom con innesti di qualità portando le cuneesi dalle sabbie mobili della retrocessione ad una salvezza conquistata con due turni d’anticipo sul finale di stagione

Andrea Pertile

 

La doppietta di Pirone regala il match alle Fere: le pagelle di San Marino Academy-Ternana

La doppietta di Pirone regala la vittoria alla Ternana, che si giocherà lo spareggio contro il Napoli.

San Marino Academy

Limardi 6
Tre gol su due tiri imparabili ed un rigore. Protegge bene la porta su Sara Tui e Quazzico

Manzetti 6
Nessuna colpa particolare sui gol

Gardel 5
Le sfugge Pirone sul 2-1. Accorcia tardi, sempre su Pirone, nel 3-1

Prinzivalli 5.5

Anche lei presa d’infilata sul 2-1. Coraggiosa con un tiro dalla distanza

Ladu 6
L’unica azione pericolosa della San Marino Academy nel primo tempo nasce da una sua combinazione con Menin

Giuliani 6
Merita la sufficienza per aver prolungato quella palla che Barbieri ricicla nel fallo da rigore. Per il resto, non molto nel vivo della gara

Brambilla 6
Lotta e mette ordine. Lavoro oscuro, ma prezioso. Finisce con la fascia di capitano al braccio

Puglisi 6
C’è in entrambe le fasi, per quanto la fase offensiva della San Marino Academy, specie nel primo tempo, non sia così robusta

Peare 5
Ingenuo il mani da rigore su un cross che non era neppure così pericoloso. Altre sbavature nella sua gara

Barbieri 7
Usa tutto il proprio mestiere per conquistare il rigore che lei stessa trasforma. Chiude la stagione a 18 reti

Menin 6
Il voto è alla partita di sacrificio e lotta che fa contro una delle difese più forti del torneo. Non è un voto alla carriera, che sarebbe decisamente più vicino al 10. Conclude la gara, e la sua vicenda calcistica, al 70’ in mezzo ad una passerella fatta da compagne ed avversarie e fra gli applausi commossi di tutti

Buonamassa 6
Uno spezzone a battagliare in mezzo al campo. Ci mette molto impegno. Non ha occasioni per lasciare il segno

Montalti, Bonnin, Cuciniello S.V.

Allenatore Giacomo Venturi 6.5

Missione compiuta da tempo, e allora la squadra può giocare con testa leggera. Academy pulita in palleggio e che per lunghi tratti contiene bene la Ternana. Poi Pirone decreta l’allungo

Ternana Women

Ghioc 6
C’è quando Barbieri la sollecita, nel finale. Anche una bella giocata da ‘libero’

Pacioni 5.5
Si fa beffare da Barbieri nell’episodio del rigore

Quazzico 6.5
Vita facile nei corpo a corpo, anche pericolosa su corner. Ammonita, viene preservata nella ripresa

Di Criscio 6.5
Partita in crescendo. Si vede anche in attacco su un piazzato, ad inizio ripresa.

Lombardo 6.5
Parte a marce altissime, soprattutto in fase di spinta. Dal suo cross nasce il rigore dell’1-0. Poi cala, ma resta una presenza molto viva in fascia.

Sara Tui 7
Presenza mobilissima fra le linee e solita pulizia di tocco. Ha un paio di occasioni prima di entrare a referto col rigore dell’1-0

Fusar Poli 6
Una bella partita in mezzo al campo e calci piazzati battuti sempre bene. Mezzo voto in meno per quella palla sanguinosa che Tamburini le scippa nel finale

Wagner 6.5
Decisamente presente nella gara, anche se non molto appariscente. Suo il lancio per Pirone nel 2-1.

Vigliucci 6.5
Tecnica e velocità che creano sempre le promesse e le premesse di un pericolo. Calcia due volte, con mira difettosa

Pirone 8

Ben imbrigliata per oltre un’ora di gioco. Poi si scatena: due gol con altrettanti pezzi di bravura e vetta della classifica marcatrici raggiunta. Sono 22 in campionato, proprio come Bargi

Zannini 6
Rileva Quazzico e si posiziona sul centro-destra, senza sbandare mai

Ferrara 6.5
Il super lancio per il 3-1 di Pirone è roba sua

Maffei, Marenic, Berti S.V.

All. Fabio Melillo 7.5

Bastava un pareggio per festeggiare, ma la Ternana onora fino in fondo questa regular season, prendendosi una vittoria d’autorità in una gara non facile. Forse non la prova più scintillante dell’anno, ma una prova di sostanza che vale lo spareggio per la Serie A. Ed un attacco che si conferma ispiratissimo.

Alberto Menghi

 

Serie B Femminile: la Ternana allo spareggio, il Ravenna saluta con una vittoria

Oggi si è disputata la 30° giornata di campionato e la Serie B è giunta al termine. Sarà la Ternana a giocarsi lo spareggio con il Napoli Femminile per salire in A. Le rossoverdi hanno battuto il San Marino e hanno chiuso il campionato a 76 punti, mentre il Parma chiude a 71 e saluta la possibilità di salire in A.

Risultati e marcatori

Bologna Women-Arezzo Femminile  3-3  (Gelmetti, Pinna, Sciarrone/Nocchi, 2 Razzolini)

Cesena Femminile-Hellas Verona Women  3-1   (Sechi, 2 Risina/Lotti)

Genoa Women-Res Women 1-2 (Campora/Naydenova, Clemente)

Lazio Women-Parma Women 1-1 (Proietti/Distefano)

Pavia Academy-Brescia Femminile  1-6 (Accoliti/2 Magri, Pasquali, Hjohlman, Pedrini)

San Marino Academy-Ternana Women  1-3 (Barbieri/Tui, 2 Pirone)

Tavagnacco Femminile-Ravenna Women 1-3 (/Petralia, Costantini)

H&D Chievo Women-Freedom Live 2-1 (Marengoni, Merli/Cocco)

Asia Di Palma

H&D Chievo Women e mister Ulderici ancora insieme per nuovi e ambiziosi traguardi: l’annuncio

Ieri pomeriggio l’allenatore dell’H&D Chievo Women, Fabio Ulderici, era intervenuto ai nostri microfoni per raccontare la sua prima stagione sulla panchina gialloblu. Un anno ricco di soddisfazioni e in cui la squadra, assemblata da zero a luglio, è cresciuta di settimana in settimana. L’allenatore piemontese, ex Empoli, proseguirà la sua avventura sulla panchina clivense: la società ha ufficializzato il rinnovo fino al 2025.

La soddisfazione di mister Ulderici

Nel quattordicesimo episodio di “B-Woman”, mister Ulderici ha sottolineato la soddisfazione per la stagione che si sta concludendo: “Una stagione meravigliosa e per niente scontata perché siamo nate ad agosto completamente da zero. Siamo ripartiti sapendo di affrontare un campionato complicato con un livello tecnico alto. Il grande lavoro l’hanno fatto le ragazze, che ci hanno seguito,  e noi abbiamo portato la nostra identità e filosofia su tutti i campi contro qualsiasi avversario.”

I prossimi obiettivi

Sugli obiettivi del prossimo anno mister Ulderici ha rivelato: “Quest’anno l’idea era quella di creare un gruppo e fare il meglio possibile. L’anno prossimo vogliamo confermarci e fare meglio. La nostra è una squadra già di livello, 5o punti non sono scontati. Siamo state brave anche nei momenti difficili senza cercare alibi.”

L’idea di gioco

“Abbiamo portato un calcio di comando, cercando di comandare anche in fase di non possesso. L’idea è avere un buon palleggio, un calcio non fatto di sistemi di gioco ma di duelli, corsa in avanti sugli appoggi concedendoci il rischio di giocare 1 vs 1 dietro.”

L’H&D Chievo Women ha confermato il mister e il suo staff e ieri Ulderici aveva anticipato le intenzioni sue e della società: “C’è voglia di andare avanti. Avevo bisogno di una botta di vita e di qualcosa che mi permettesse di mettermi in gioco sentendomi voluto e considerato. Ringrazio la società per l’opportunità e l’intenzione è andare avanti insieme.”

Il comunicato del club

“H&D Chievo Women è felice di annunciare il rinnovo dell’accordo con l’allenatore della prima squadra Fabio Ulderici, che guiderà dalla panchina il gruppo gialloblù in Serie B anche per la stagione 2024-25. Contestualmente, è stato rinnovato l’accordo anche con il viceallenatore Massimo Carli.”

 

Asia Di Palma

 

Nazionale Femminile, Soncin convoca Forcinella e Shore per lo stage verso Euro 2025

Domenica termineranno i campionati di Serie A e Serie B Femminile e  28 calciatrici italiane si riuniranno a Tirrenia. Il mister della Nazionale Maggiore, Andrea Soncin, ha convocato 28 giocatrici per uno stage, dal 21 al 24, in vista del doppio impegno alle qualificazioni per Euro 2025. La Nazionale del Capitano Elena Linari dovrà giocare la terza e quarta gara di qualificazione contro la Norvegia: il 31 maggio ad Oslo e il 4 giugno a Ferrara.

Tra le ragazze chiamate da mister Soncin spiccano due calciatrici della Serie B: Camilla Forcinella e Margot Shore. Per il portiere del Genoa si tratta della prima chiamata in assoluto nella Nazionale maggiore, mentre l’estremo difensore dell’Hellas era già stata chiamata ad inizio aprile.

Le Azzurre avevano esordito il 5 aprile contro i Paesi Bassi e avevano vinto con le reti di Giacinti e Bonfantini. Nella seconda gara ad Helsinki contro la Finlandia era arrivata una sconfitta per 2-1. Le ragazze di Soncin sono al secondo posto del Gruppo A1 e le sfide con la Norvegia saranno davvero fondamentali.

L’elenco delle convocate

Portieri: Roberta Aprile (Juventus), Camilla Forcinella (Genoa), Laura Giuliani (Milan), Margot Shore (Hellas Verona);

Difensori: Valentina Bergamaschi (Milan), Lisa Boattin (Juventus), Maria Luisa Filangeri (Sassuolo), Martina Lenzini (Juventus), Elisabetta Oliviero (Sampdoria), Benedetta Orsi (Sassuolo), Julie Piga (Milan), Cecilia Salvai (Juventus), Angelica Soffia (Milan);

Centrocampiste: Arianna Caruso (Juventus), Talia Della Peruta (Sampdoria), Aurora Galli (Everton), Margherita Monnecchi (Como), Matilde Pavan (Inter), Cecilia Prugna (Sassuolo), Eva Schatzer (Sampdoria), Valery Vigilucci (Milan);

Attaccanti: Chiara Beccari (Sassuolo), Barbara Bonansea (Juventus), Sofia Cantore (Juventus), Victoria Della Peruta (Sampdoria), Cristiana Girelli (Juventus), Martina Piemonte (Everton), Elisa Polli (Inter).

Asia Di Palma

 

 

Serie B Femminile, domenica l’ultimo atto: un verdetto ancora in bilico

La Serie B sta volgendo al termine e domenica si disputerà la 30° giornata. L’ultimo turno sarà decisivo per il secondo posto e dunque la possibilità di giocarsi il play-off contro il Napoli Femminile. La Ternana affronterà la San Marino Academy, mentre il Parma andrà a Formello per sfidare la Lazio. Alle rossoverdi basta un punto per essere sicure del secondo posto, mentre le gialloblu devono vincere ad ogni costo e sperare in un passo falso delle avversarie.

Il Cesena chiuderà un’ottima stagione ospitando l’Hellas Verona, mentre l’H&D Chievo Women attenderà la Freedom. Il Bologna, dopo la pesante sconfitta di Verona, proverà a rialzarsi con l’Arezzo, reduce da un buon pareggio con il Cesena. Il Genoa chiuderà la stagione ad Arenzano ospitando la Res Women, mentre il Brescia avrà il derby lombardo con il Pavia Academy. Due delle tre retrocesse, Tavagnacco e Ravenna, saluteranno la Serie B sfidandosi tra di loro in Friuli.

 

Il programma

DOMENICA 19.05.2024 ORE 15:00

Bologna FC-Arezzo CF

Academy Pavia-Brescia CF

Cesena FC-Women Hellas Verona

Lazio Women-Parma Calcio

UP Tavagnacco-Ravenna Women

Genoa Cricket-Res Women

San Marino Academy-Ternana Women

ORE 16:00

H&D Chievo Women-Freedom

Asia Di Palma