L’H&D Chievo Women torna da Arezzo con tre punti preziosi: le pagelle

Terzo risultato utile consecutivo per l’H&D Chievo Women, che torna da Arezzo con tre punti preziosi che lanciano la squadra di Ulderici a 27 punti in classifica. Ketis porta in vantaggio le clivensi, poi il capitano dell’Arezzo trova il pareggio. Alla fine però Picchi sigla la rete del definitivo 2-1 e che vale i tre punti.

Arezzo Femminile

Nardi 6.5
Incolpevole nei gol subiti, pare sempre sicura e salva il risultato in diverse occasioni

Blasoni 5.5
Più insicura del resto delle compagne del reparto

Tuteri 6.5
Guida la difesa dell’Arezzo con ordine e attenzione

Lorieri 6.5
Dalle sue parti arrivano attacchi continui, ma lei non si scompone e cerca di tappare dove può, gradendo anche di salire

Toomey 5.5
Inizia male, poi si ambienta bene nel suo ruolo

Licco 6.5
Metronomo del centrocampo aretino, ovunque e con giocate di qualità

Imprezzabile 5
Tanti movimenti, tanti palloni toccati ma che non sono utili alla squadra

Paganini 6
Tecnica e qualità: quando si accende ne beneficia l’Arezzo. Mezzo voto in meno il gol sbagliato davanti a Soggiu

Bergros 5
In fascia non la si vede quasi mai, quando attacca, poi, fallisce diversi duelli

Razzolini (Cap) 6.5
L’ultima ad arrendersi. Ha la caparbietà di credere nell’azione del suo gol.

Diaz Ferrer 4
Impalpabile per tutta la gara. Giocatrice misteriosa del reparto offensivo

Miotto 6
Entra bene in campo nel finale, serve delle verticalizzazioni interessanti

Gnisci; Fortunati; Carcassi S.V.

All. Mike Eracleous 5

H&D Chievo Women

Soggiu 5.5
Sfodera due grandi parate nella prima mezz’ora, poi l’infortunio sul gol che riapre la gara per l’Arezzo. Costretta al cambio.

Micciarelli 6
Posiziona bene il centro della difesa, anche se qualche volta si lascia superare dagli attaccanti aretini

Congia 6.5
Quantità, presenza e solidità. Dalle sue parti l’Arezzo non trova mai sbocchi.

Ketis 7
Il gol al volo è di pregevole qualità e suggella una prestazione davvero maiuscola

Bercelli 5.5
Perde molti palloni e quasi mai riesce a partire nella sua fascia, ma ha qualità, e il tempo è dalla sua parte

Pizzolato 6
Inizia da esterno offensivo, termina da terzino. E fa entrambe le fasi con ordine

Poli 6
Partita di sacrificio spalle alla porta, che la penalizzano in fase realizzativa. Ma fa bene l’allaccio tra il reparto di centrocampo e l’attacco

Montemezzo 7
Classe 2005 ma dimostra di avere dei mezzi molto promettenti, sia in fase di interdizione che di costruzione della manovra

Picchi 7,5
Il capitano è ovunque in attacco e ha il merito di segnare il gol del 2-1 che di fatto chiude la gara

Rosolen 6
Ordinata e quasi mai fuori posizione. Svolge bene il suo compito

Crespi 6.5
Una spina nel fianco dell’Arezzo i suoi calci piazzati e nella sua fascia spinge molto

Polonio 6
Entra al posto dell’infortunata Soggiu, tiene bene e con ordine il suo ruolo

Begal 6.5
Entra nella ripresa e vivacizza l’attacco del Chievo aumentando gli scambi con Picchi

Marengoni 6
Ingresso per aumentare la quantità dello spessore a centrocampo, rende vani gli attacchi centrali aretini
Merli; Barro S.V.

All. Ulderici 7

Riccardo Buffetti

 

Ketis e Merli rispondono al doppio vantaggio del Genoa: le pagelle dell’anticipo di Serie B femminile

Finisce in pareggio l’anticipo della prima giornata di ritorno tra H&D Chievo Women e Genoa. Le padroni di casa riescono a rimontare due gol di svantaggio con Ketis e Merli dal dischetto. Le veronesi salgono a 24 punti, mentre le rossoblu a 28 e potrebbero subire il sorpasso dell’Hellas Verona.

H&D Chievo Women

SOGGIU  6
Giocatrice di personalità, primo gol del Genoa forse evitabile

MICCIARELLI 5.5
Buona prova in mezzo alla linea difensiva, ma protesta troppo con l’arbitro venendo anche ammonita

CONGIA 6
Ordinaria amministrazione, complessivamente buona la sua prova

TONELLI 5.5
Le serve ancora un po’ di rodaggio per entrare nei meccanismi della squadra clivense, ma ci siamo quasi

KETIS 7.5
Prova, come sempre di spessore, autrice di un bellissimo gol da fuori area che riapre l’incontro

PIZZOLATO 6.5
Fa il suo compito con personalità

POLI 6.5
Le manca il gol, ma si propone spesso per far crescere la manovra offensiva della propria squadra

CRESPI 6.5
Si propone spesso come punto di congiunzione tra la difesa e l’attacco

MARENGONI 6
Smista diversi palloni verso le compagne del reparto offensivo

BEGAL 6
Esce per infortunio, ma per quanto ha dimostrato in campo si merita la sufficienza

PICCHI 5.5
Manca un’occasione servita sul piatto d’argento prima del 2-2 finale

ZANNINI 6
Padrona della sua fascia di riferimento, può sicuramente crescere ancora

MONTEMEZZO 6
Sostituisce sufficientemente Begal

MERLI 7.5
Con personalità si incarica della battuta del rigore che trasforma per il definitivo 2-2, migliore in campo assieme a Ketis.

BARRO S.V.

BERCELLI 6.5
Non più promessa, ma solida realtà: è solo 2005, ma ha offerto una prova magistrale per la sua età

ALL. ULDERICI  6.5
Bravo ad individuare i cambi giusti per raggiungere il pareggio

Genoa Women

FORCINELLA 5.5
Tra i pali garantisce sicurezza, dovrebbe limitare le perdite di tempo

FERNANDEZ 6
Difende i propri spazi con personalità

ACUTI 5.5
Ha fatto fatica, come le altre colleghe del reparto offensivo

GILES 6
Prova sufficiente, fa quello che le viene chiesto senza sbavature.

CAMPORA 6.5
Apre le danze del gol con un ottimo gol dalla distanza

BARGI 5
La capocannoniera del Genoa questa volta offre una prova opaca e viene sostituita nel secondo tempo

SCURATTI 7
Destro a giro fenomenale per il momentaneo 2-0 delle rossoblù

TARDINI 6
Torna da ex e offre una buona prestazione

MELE 5.5
Prova di personalità sulla fascia sinistra, ma viene espulsa per doppia ammonizione: questo non le fa prendere la sufficienza piena

LUCAFò 6
In attesa del rientro di Giada Abate, capitano naturale, dirige bene le manovre difensive.

FERRATO 5.5
Altra ex dell’incontro, non si rende mai realmente pericolosa.

OLIVA; PAROLO S.V.

ALL. FILIPPINI 6                                                                                                                                                                                                                  Buona la prova della sua squadra, ma occhio alla prossima gara contro la Lazio: quello dimostrato stasera non sarebbe sufficiente

 

Andrea Pertile