La Pro Palazzolo chiama a raccolta i tifosi: domenica arriva il Caldiero. Arconatese e Piacenza spettatrici di giornata

Dopo una settimana di stop, torna la Serie D ed entra nel vivo del campionato: arriva quel momento in cui ogni partita vale molto più dei tre punti. Un punto guadagnato e uno perso potrebbero fare tutta la differenza. I gironi A e B si preparano per disputare la giornata numero 27 (8° di ritorno) e nel girone “lombardo” la corsa al vertice regalerà diverse emozioni.

Riavvolgiamo il nastro

Al momento, al comando è tornata l’Arconatese (53 pt) grazie alle ultime vittorie, ma gli oroblu saranno spettatori in questa giornata e si ritroveranno con un asterisco in classifica domenica sera. Come loro anche il Piacenza: i biancorossi hanno chiesto di posticipare il match a causa dell’assenza di Bassanini, impegnato con la Rappresentativa. Anche Varesina, Brusaporto e Real Calepina (girone B) avrebbero potuto rinviare i rispettivi match (come da comunicato LND) per la presenza di un calciatore alla Viareggio Cup.

La Varesina sarà impegnata in casa della Folgore Caratese, il Brusaporto con il Caravaggio, mentre Arconatese e Piacenza osserveranno da spettatrici (coinvolte) con il recupero programmato per il 21 dicembre. Quest’ultimo potrebbe essere rinviato al 28 in caso di qualificazione della Rappresentativa agli ottavi. Giocare dopo gli avversari potrebbe mettere pressione ad Arconatese e Piacenza, ma dargli anche la possibilità di vedere come vanno i match.

Arconatese-Piacenza non era però l’unico big match di giornata, infatti, domenica la Pro Palazzolo ospiterà il Caldiero per tentare il sorpasso.

Pro Palazzolo sulle ali dell’entusiasmo, Caldiero per tornare a vincere

La crescita costante della Pro Palazzolo è sotto lo sguardo di tutti e i biancoazzurri sono reduci da 4 vittorie consecutive, di cui tre di misura (1-0, senza subire gol). La grande forza del team allenato da mister Didu risiede sicuramente nel blocco difensivo: sei 1-0 in stagione e quindici clean sheet in ventisei partite rendono i biancoazzurri una delle migliori difese di tutta la Serie D. Dopo diverse settimane al quinto posto con più punti di distacco dalla vetta, ora, la Pro Palazzolo è a -4 dall’Arconatese e a -2 proprio dal Caldiero. I bresciani hanno “approfittato” di alcuni passi falsi dei veronesi nel girone di ritorno per accorciare le distanze ed avvicinarsi sempre di più al gradino più alto.

Quindici punti nel girone di ritorno per la Pro Palazzolo, tredici per il Caldiero che ha perso le ultime due gare. Prima la sconfitta con l’Arconatese (3-0) che ha rimescolato le carte in tavola, poi il k.o in casa con il Club Milano, che è stata la prima squadra a espugnare lo stadio “Mario Berti” in stagione. In caso di vittoria i biancoazzurri metterebbero il naso davanti al Caldiero di un punto e staccherebbero di 5 il Piacenza (con una partita in meno). La Pro Palazzolo, consapevole del momento chiave della stagione, ha chiamato a raccolta i propri tifosi per supportare Gualandris, Boschetti e compagni.

Il messaggio del club di Palazzolo

“La Società invita tutta la comunità palazzolese, i tifosi e gli atleti del Settore Giovanile con le proprie famiglie a supportare la Pro durante l’importantissima partita di domenica contro il Caldiero Terme!
Sarà una giornata importante di sport, che vogliamo rendere una festa: i nostri ragazzi hanno bisogno del vostro tifo!”

Una gara che regalerà emozioni ed anche per il Caldiero l’opportunità è ghiotta: rialzarsi dopo due sconfitte e farlo in uno scontro diretto sarebbe fondamentale per il team di Soave, che con i tre punti andrebbe a 54 punti.

Foto: Pro_Palazzolo_Fc

 

Asia Di Palma

Serie D, oggi ritorna il big match tra Arconatese e Caldiero: le sensazioni delle due squadre

Oggi i gironi A, B, ed I tornano in campo per  il venticinquesimo turno di campionato e tra i vari match spicca quello tra Arconatese e Caldiero. Entrambe arrivano allo scontro diretto reduci da una vittoria, ma l’inizio di 2024 è stato diverso per le due squadre. Dall’andata sono passate diciotto giornate e nel mezzo 33 punti per l’Arconatese e 38 per il Caldiero Terme. La stagione era agli albori e non era ancora entrata nel vivo come ora, dove, ogni punto pesa sempre di più. L’andata era finita 0-0 con un primo tempo in grande equilibrio, poi a poco più di dieci dalla fine l’Arconatese era rimasta in dieci per l’espulsione di Luoni, ma i ragazzi di Livieri avevano retto bene portando a casa un punto.

Dal 4 ottobre (giorno del match di andata) ad oggi, il Caldiero ha accolto l’attaccante Filippo Tuzzo e il centrocampista Federico Gianola, mentre all’Arconatese è tornato Daniele Ferrandino, che è già andato a segno sette volte in campionato. Nel mercato invernale, poi, sono approdati Stefano Longo e Viserjan Lleshaj.

Arconatese: tutti uniti per queste partite

Il club dopo l’importante vittoria di Ponte San Pietro, che ha dato continuità al successo con il Crema, ci ha tenuto a mandare un messaggio a tutti i sostenitori in vista del match di questo pomeriggio: “Al comunale di Caronno Pertusella mercoledì 31 gennaio turno infrasettimanale per i ragazzi che giocano con il Caldiero Terme. Non c’è davvero tempo per fermarsi in questo campionato, perchè dopo la bella vittoria a Ponte San Pietro arriva immediatamente un’altra partita, una partita sicuramente speciale per questa venticinquesima giornata perchè contro la capolista del nostro girone.”

Ogni match è fondamentale e questo in particolare potrebbe dare un altro scossone al campionato perché i milanesi in caso di vittoria andrebbero a -1 dal Caldiero. In caso di successo dei veronesi, invece, l’Arconatese andrebbe a -7 dai ragazzi di Soave. “Ogni partita è importante per il nostro percorso in questo campionato ma la concentrazione è sempre sulla gara imminente in una settimana a cavallo tra gennaio e febbraio intensa e impegnativa che ci aspetta. In fondo scendiamo in campo per giocare questo genere di partite, per inseguire i nostri obiettivi tappa dopo tappa di questo campionato di Serie D in cui vogliamo essere protagonisti. Sarà un onore misurarsi con chi comanda la classifica e siamo pronti a dare tutto. Contro il Ponte San Pietro non solo i gol, ma la prova di tutti coloro che hanno partecipato alla partita ha dato segnali importanti assieme al clean sheet che fa sempre piacere. Anche per la partita con il Caldiero il lavoro del nostro Mister Giovanni Livieri con tutti i suoi collaboratori e con i ragazzi sarà il miglior viatico per avvicinarsi con l’approccio cui teniamo a una sfida in cui vogliamo giocarci le nostre carte come sempre a viso scoperto.”

 

Caldiero: parole di Soave

“Troviamo una squadra di livello, che da anni è nei piani alti della classifica e si consolida nelle prime posizioni. Una squadra collaudata, allenata da un allenatore bravo, con un modulo che raramente cambiano. Hanno delle codifiche in campo ben preparate e precise. Nelle ultime due partite hanno dato segnali di essere la squadra forte che sono. In questo campionato, i passaggi a vuoto li hanno avuti tutti, l’importante è riprendersi velocemente. Sappiamo che è uno scontro diretto e ce ne saranno altri, ma lo affrontiamo con la consapevolezza della vittoria contro il Desenzano, che ci ha dato morale. L’Arconatese mette molta fisicità dentro l’area di rigore e anche da fermi hanno centimetri e forza per metterti alle corde. I calciatori devono essere più bravi dell’allenatore quando le partite sono ravvicinate perché la testa è fondamentale.”

Asia Di Palma