La Freedom si prende la scena nel podio di giornata, tripletta e vetta classifica marcatori per Pirone: le migliori

A prendersi la scena in questa seconda giornata di ritorno è la Freedom, che in una domenica pomeriggio invernale espugna il campo del Parma Women e conquista tre punti preziosi. La squadra di Ardito è salita a dodici punti insieme alla San Marino Academy e ora la lotta salvezza si fa sempre più interessante. L’unica tripletta della giornata è firmata dalla classe 1988 Valeria Pirone, che con la “sua” Ternana ha battuto il Ravenna salendo a 46 punti. Tra le migliori di giornata anche Romina Pinna che consegna i tre punti al Bologna, il duo d’attacco dell’Hellas Sondergaard-Rognoni, e la San Marino Academy, che porta a casa lo scontro salvezza.

 

Freedom: festa a Parma

La squadra piemontese, dopo diverse buone prestazioni, raccoglie tre punti preziosi e ottiene la quarta vittoria del suo campionato. Tre punti che valgono moltissimo per come sono arrivati: contro il Parma, dopo una partita di sofferenza. La Freedom è riuscita ad essere concreta: prima con Giulia Asta poi con Martinez ha completato una rimonta importantissima. Mister Ardito ha saputo trasferire i concetti di gioco alle sue ragazze, che con questa vittoria hanno fatto un balzo in avanti fondamentale. Complice la sconfitta del Tavagnacco con il San Marino, le cuneesi sono ora a +4 dalle friulane. Ieri la Freedom ha dimostrato grinta, determinazione, resilienza e forza: una gara in cui gli infortuni non sono mancati, dove, però la concretezza delle biancoazzurre è stata l’arma vincente. Il Parma si è portato in vantaggio dopo dieci minuti con Benedetti e nel primo tempo mister Ardito ha perso Cocco per infortunio. Nella ripresa Giulia Asta annulla le distanze: il suo colpo di testa supera Capelletti. Al 79′ Parascandolo, subentrata da venti minuti, si guadagna un rigore e un’altra neo entrata, Martin, lo trasforma. Negli ultimi dieci minuti la Freedom si compatta e lotta da vera squadra in 10 contro 11 per l’uscita di Parascandolo per infortunio. Al triplice fischio la festa la fa la Freedom che torna dalla trasferta di Parma con un bottino importante.

Tripla Valeria Pirone e capocannoniere

La nuova migliore marcatrice della Serie B femminile ha un nome e un cognome: Valeria Pirone. L’attaccante napoletana, classe 1988, ha siglato ieri una tripletta personale contro il Ravenna, come all’andata, ed ha raggiunto quota 14 in campionato. La giocatrice ha ringraziato le compagne al termine del match ed ha analizzato così la gara: “Non è stata una partita facile nel primo tempo, abbiamo sbagliato delle situazioni che il mister ci aveva chiesto di fare. Però nel secondo tempo siamo state brave, un’attaccante quando sbaglia vuole sempre rifarsi”. Con questa vittoria la Ternana è salita a 46 punti e davanti ha ancora tredici finali per raggiungere l’obiettivo.

Pinna: un gol che vale la vittoria

Romina Pinna, approdata a Bologna nel mercato invernale dalla Freedom, ha già segnato tre reti in sei partite e con il gol di ieri ha regalato i tre punti alle rossoblu. Uno scontro importante quello tra Res Women e Bologna perché si trattava di due squadre molto vicine in classifica e in caso di vittoria le romane avrebbero raggiunto le bolognesi. La sfida tra le due neopromosse, però, è stata vinta dalle emiliane che si sono portate a quota 23 punti staccando Arezzo e Res. La rete di Pinna è arrivata al 28′ su assist di Kustrin, che ancora una volta ha messo in campo un’ottima prestazione. Il tocco di punta di Pinna per anticipare Maurilli dimostra la sua grande esperienza.

Sondergaard-Rognoni duo del gol

Sembra che giochino insieme da mesi, invece ieri era solo la seconda partita in coppia in attacco: Sondergaard e Rognoni il nuovo duo dell’Hellas Verona. La svedese fa due su due: ieri apre le marcature al 18′ e fornisce dopo poco più di dieci minuti l’assist a Dallagiacoma per il raddoppio. Il gol di Alessia Rognoni non si fa attendere e al 42′ la classe 1997 spiazza il portiere del Pavia Academy dagli undici metri. Qualità e quantità le parole chiave delle prestazioni di ieri di Sondergaard e Rognoni, pronte a trascinare ancora l’Hellas Verona a suon di gol.

La classe della new generation vale i tre punti per San Marino Academy

Lo scontro salvezza tra San Marino Academy e Tavagnacco femminile vale una buona parte della lotta per la permanenza in categoria. Le sammarinesi con Swami Giuliani e Martina Tamburini regalano i tre punti a tutti i tifosi in tribuna. La classe 2004 Giuliani apre le marcature ad inizio ripresa: prende una traversa, segna, corre e imposta. A trovare il raddoppio è Tamburini, classe 2002, che da subentrata sigilla la rete finale negli ultimi minuti di gioco.

Asia Di Palma

Il Pavia Academy ritrova i tre punti con la Res Women e si avvicina in classifica: le pagelle

Un match importante per il Pavia che ritrova tre punti dopo sei partite e sale a quota quindici punti, a -2 proprio dalla Res. Le giallorosse non riescono a concretizzare le occasioni create e tornano a casa senza punti.

Pavia Academy

Migliazza 7
Una grande gara con due parate fondamentali.

Contena 6+
Ha ottime doti difensive, messe in mostra durante il match. Deve migliorare l’impostazione.
Asamoah 7
Prestazione importante della ghanese che finalmente riscatta le ultime e poco incoraggianti uscite.

Semplici 7,5
Clienti scomodissime quelle della Res. Lei e Asamoah fanno una partita magistrale annullando le intese avversarie

Grumelli 6+
Partita di mestiere per la numero 14, che senza troppi fronzoli centra una prestazione pulita e ordinata.

Cavicchia 6+
Si tratta di un punto di riferimento in fase di impostazione. Mancanta un pochino la cattiveria.

Longoni 6,5
A volte un po’ lenta nella giocata ma la grinta non manca mai.

D’Ugo 6,5
Riesce a trovare tanti spazi e a essere molto utile nelle ripartenze.

Accoliti 6,5
Sempre la solita grinta, ma con qualche difficoltà nel servire le compagne in maniera decisiva.

Codecà 5,5
In difficoltà su quasi tutti i palloni, anche quando semplici. Può fare molto meglio di così.

Cavallin 7
Punto di riferimento delle pavesi in questo match propiziando anche il terzo gol con un ottimo pressing, oltre a centrare la rete del 2-0.

Zecchino 5+
Non entra bene in partita, sbagliando molto e prendendosi anche un giallo evitabile.

Zangrandi 6
Entra nel momento più difficile della partita mostrandosi ordinata sia in difesa che in contropiede.

Avallone 6
Brava nel pressing, purtroppo entra nel finale quando il Pavia pensa più a difendersi che ad attaccare.

Aprile SV

ALL. Salterio 6,5
La squadra ritrova i tre punti in una partita molto fortunata. Le sue sono rimaste compatte nel momento difficile e questi sono gli atteggiamenti che rendono grandi le squadre.

 

Res Women

De Bona 5
Troppe uscite imprecise e altrettante respinte.

Fracassi 5
Una partita in difficoltà, contro un Pavia che al netto delle tre reti non ha avuto troppe occasioni.

Verrino 6
In difficoltà nel trovare spazi e tempi giusti.

Nagni 7+
La migliore delle sue, trova sempre molti spazi servendosi spesso di grandi giocate.

Iannazzo 6
Chiude bene le triangolazioni ed è affidabile nei passaggi.

Simeone 5,5
Sfortunata sul gol di Codecà. Ogni tanto si fa vedere anche davanti dove trova qualche varco nel finale.

Clemente 6,5
Si occupa di smistare palloni al centro del campo e sulla trequarti, trovando talvolta delle idee interessanti.

Duchnowska 6+
Brava a trovare inserimenti, senza però capitalizzarli.

Naydenova 7
Grandissimo dinamismo della numero 29, che con le sue accelerazioni è spesso imprevedibile.

Antonelli 6
Alimenta bene il gioco di sponde della Res sulla fascia.

Petrova 7
Grande partita, ha grande intesa con le compagne e sa sempre dove farsi trovare.

Montesi 6,5
Entra e spariglia un po’ i riferimenti del Pavia. Molto brava a entrare in partita.

Massimi 6+
Entra con la partita da ribaltare ed è brava a suonare un po’ la carica, pur non incidendo molto.

Tamburro SV

ALL. Galletti 6+                                                                                                                                                                                                                  Una giornata sfortunata, le sue creano ma non concretizzano rendendo così tutto ancora più difficile. La squadra però gira bene, i punti arriveranno se il passo è questo.

 

Filippo Gatti

 

 

 

Serie B femminile/Cambia la classifica, sconfitta a tavolino per la Res Women: il comunicato

Il Giudice Sportivo, Sergio Lauro, ha comunicato nella giornata di ieri un decisione molto importante che riguarda il campionato di Serie B femminile. Al Tavagnacco è stata assegnata la vittoria a tavolino nel match contro la Res Women, che era terminato sul punteggio di 2-2. Le capitoline avevano agguantato il pareggio all’ultimo minuto con l’attaccante, classe 2004, Giulia Verrino riuscendo a portare a casa un punto dalla trasferta friulana. Il Giudice Sportivo, però, ha rilevato la violazione da parte della Res Women delle norme FIGC (C.U. F.I.G.C. n. 239/A del 28 giugno 2023) che stabiliscono la presenza di almeno 15 calciatrici in distinta con determinati requisiti. Secondo il referto del giudice sportivo, le giocatrici Ivana Emilova Naydenova, Martyna Duchnowska, Lora Petrova Zlatanova e Alicia Maria Tamburro non erano in possesso dei requisiti di età e tesseramento richiesti dalla FIGC. Con questa decisione cambia anche la classifica, la Res torna a 14 punti, mentre il Tavagnacco sale a sette e si avvicina alla coppia Freedom-San Marino Academy (a quota nove). 

Il comunicato ufficiale

“Il Giudice Sportivo
esaminati gli atti ufficiali,
rilevato che la società RES WOMEN ha violato le norme stabilite dal C.U. F.I.G.C. n. 239/A del 28 giugno 2023
(Regolamento Campionato Divisione Serie B Femminile) che alla lettera B – punto 7 – “Partecipazione delle
calciatrici” stabilisce l’obbligo dell’impiego delle calciatrici giovani, in base alle quali è imposto alle società di
inserire negli elenchi ufficiali di gara un numero minimo di 15 calciatrici con i seguenti requisiti:
a) che tra i 12 e i 21 anni, siano state tesserate per una o più società affiliate alla F.I.G.C. per un periodo, anche
non continuativo, di 36 mesi; ovvero
b) nate dopo l’anno 2005 (incluso), che siano state tesserate in maniera continuativa per società affiliate alla
F.I.G.C. fin dal loro primo tesseramento.

L’utilizzo in una gara di campionato di calciatrici inserite in violazione delle disposizioni precedenti comporta,
per la società responsabile, la sanzione della perdita della gara ai sensi dell’art. 10, comma 6, del Codice di
Giustizia Sportiva, non avendo tale calciatrice titolo alla partecipazione alla gara.
Rilevato che dal referto di gara e dalla distinta ufficiale della società RES WOMEN risultano schierate su un
totale di numero diciotto calciatrici solo quattordici calciatrici in possesso dei requisiti di età e tesseramento, così
dette “formate”. Risultando “non formate” le seguenti calciatrici: n. 29 NAYDENOVA Ivana Emilova; n. 11
DUCHNOWSKA Martyna; n. 99 PETROVA Lora Zlatanova; n. 9 TAMBURRO Alicia Maria.
Rilevato che la violazione delle disposizioni precedenti comporta, per la società responsabile, come stabilito nel
già menzionato C.U. n. 239/A del 28 giugno 2023, lettera B – punto 7, la sanzione della perdita della gara ai
sensi dell’art. 10, comma 6, del Codice di Giustizia Sportiva, e che rileva anche l’indicazione di un numero di
calciatrici “non formate” superiore a quello consentito quale presupposto della perdita della gara (C.S.A.
Decisione del 30/10/2020);
considerato che il risultato della gara acquisito sul campo è stato
U.P. COMUNALE TAVAGNACCO – RES WOMEN 2 – 2
Delibera di infliggere:
a) Alla società RES WOMEN la perdita della gara con il punteggio di 3 – 0 in favore della società U.P.
COMUNALE TAVAGNACCO;
b) al Dirigente Accompagnatore Ufficiale della società RES WOMEN, Sig. Fabio LOMMI, l’inibizione a svolgere
ogni attività in seno alla F.I.G.C., a ricoprire cariche federali e a rappresentare la società nell’ambito federale a
tutto il 30 gennaio 2024.”

 

 

Asia Di Palma

Serie B Femminile/Bargi, Rognoni, Visentin e non solo si prendono la scena nella 14° giornata

Quattordicesima giornata in archivio nella Serie B femminile, che settimana prossima chiuderà il girone di andata e lascerà spazio ad un primo bilancio. Domenica le tre capoliste non hanno sbagliato: la Ternana ha superato il Pavia, nonostante le assenze forzate; la Lazio ha travolto il Ravenna con sette gol e il Parma ha sconfitto un buon H&D Chievo Women. A ruota vincono anche il Cesena, che rimane a -3 dalla vetta, il Genoa che conquista il secondo successo e clean sheet di fila. In un match combattuto tra Bologna e Hellas, sono le scaligere a guadagnare i tre punti con una super Rognoni. Il Brescia rimonta e sale al settimo posto, mentre rimane calda la situazione in zona retrocessione con San Marino Academy e Freedom a nove punti, Tavagnacco a cinque e Ravenna a uno.

Bargi doppietta e doppia cifra raggiunta

Dieci gol in campionato per Caterina Bargi, sempre più trascinatrice di questa squadra. In rete in nove match su quattordici, l’attaccante ex Sampdoria è la migliore marcatrice delle rossoblu ed ha siglato quasi la metà dei gol di tutta la squadra. L’anno scorso, alla prima stagione al Genoa, ha toccato quota diciannove sigilli in campionato, togliendosi diverse soddisfazioni. La giocatrice, classe 1995, è arrivata a vestire i colori del Grifone nell’agosto 2022, dichiarando di sentirsi a casa “è un sogno poter scendere in campo e lottare per questa maglia”. Lei, che ha anche riscritto la storia dell’Empoli segnando il primo gol in Serie A delle toscane, continua a portare sorrisi al club ligure, che dopo diverse sconfitte è tornato a vincere con Ravenna e Freedom.

Rognoni leader e goleador come il suo idolo

Domenica un’altra doppietta per la classe 1997, che è salita a quota dodici reti e rimane saldamente al comando della classifica marcatori, proprio come il suo idolo Lautaro Martinez in Serie A. Alessia Rognoni apre il match e sigla anche la rete del 3-1 momentaneo. Sempre più determinante per le scaligere, che conquistano la seconda vittoria di fila salendo a 27 punti.

Visentin: protagonista del secondo tempo

Entra dalla panchina e segna tre gol. What else? Giornata perfetta per Noemi Visentin: la classe 2000 subentra a Popadinova e sigla la tripletta personale. In una giornata in cui la Lazio domina dall’inizio alla fine la partita, c’è lo zampino di Visentin che in stagione aveva segnato anche contro l’Arezzo. Dal 2019 alla Lazio, Visentin ha vinto un campionato di Serie B con le biancocelesti disputando la stagione 21-22 in Serie A.

Zazzera e Verrino simbolo della domenica di Brescia e Res Women

Doppietta per la prima, gol del pareggio decisivo per la seconda: Zazzera e Verrino hanno lasciato il segno nei rispettivi match. L’attaccante del Brescia Femminile ha siglato la rete del pareggio momentaneo contro la San Marino Academy, per lei anche l’assist a Fracas per il 2-1. Zazzera, come le compagne, non si perde d’animo dopo il 2-2 delle sammarinesi e con Stapelfeldt  il Brescia passa nuovamente in vantaggio. L’attaccante, ex Fiorentina, raccoglie l’assist di Hjholman e firma la doppietta personale. Sponda Res Women, va sottolineata la prestazione di Giulia Verrino: entra dalla panchina e diventa il pericolo più grande per la difesa avversaria. Attacca senza sosta ed è sua la zampata che porta il match sul pareggio e regala un punto alle romane. La giovanissima classe 2004 è arrivata a Roma in estate, in prestito dal Parma, e ieri ha segnato la prima rete per il club capitolino.

Asia Di Palma

Serie B Femminile/La Res chiude la pratica nel primo tempo e supera il Brescia: le pagelle

La Res Women supera in pochi minuti il Brescia grazie alle reti di Clemente, Naydenova e Petrova. Il Brescia accorcia le distanze con Stapelfeldt. Le pagelle del match.

Res Women

DE BONA 6.5
Sempre sicura, incolpevole sul gol e alcune belle parate.

CLEMENTE 8 MVP
Tanta spinta, non si è mai fatta superare e prestazione coronata anche dal gol che ha aperto i giochi.

SIMEONE 6.5
Sempre concentrata, poche sbavature.

LIBERATI 7
Non soffre più di tanto e riesce a gestire alla grande tanti palloni difficili.

ANTONELLI 7.5
Il simbolo di questa vittoria della Res è lei, non ha perso un duello e più la partita andava avanti più si esaltava, scrollandosi di dosso anche la paura.

NAYDENOVA 7
In mezzo al campo una diga e perfetta palla al piede. Poteva sbagliare il rigore? Ovviamente no

FRACASSI  6.5
La sua grinta la fa sempre emergere, è mancato solo il gol

PETROVA 7.5
Trova un modo anche fortunoso il gol, ma gioca anche una partita sontuosa.

IANNAZZO 6.5
Tanta generosità abbinata alla qualità delle sue giocate.

NAGNI 6.5
Non stava benissimo, ma tenerla fuori è impossibile e infatti ha ripagato alla stragrande con giocate e prendendosi il rigore.

MONTESI 6.5
Davanti si fa valere, con il suo movimento trae in inganno Tasselli per far segnare Petrova.

 

VERRINO 6
Entra per dare fiato a Nagni, tutto sommato non fa sentire la sua mancanza.

BOLDRINI 6
Entra in una fase in cui non bisognava commettere errori e cercare di addormentare la partita, ci riesce

CIANCI 6
Se la cava senza sbavature

DUCHNOWSKA S.V.

ALL. GALLETTI 7.5: Le qualità di questa squadra stanno iniziando a venire fuori, oggi una delle migliori partite della stagione e parte del merito è la sua. Sta dando un’ottima idea di gioco a queste ragazze, che partita dopo partita si inizia ad intravedere.

 

Brescia

Tasselli
Grazie ai suoi interventi il Brescia in più di un’occasione si è salvato.                                                                                                                          6.5

PEDRINI
Ha provato a spingere, ma con poca convinzione.                                                                                                                                                             5.5

LARENZA
Ha faticato contro quasi chiunque.                                                                                                                                                                                       5

NICOLINI 5.5
Leggermente meglio della sua compagna di reparto, se non altro si è disimpegnata abbastanza bene palla al piede

BOGLIONI 5.5
Nel primo tempo è stata divorata da Clemente, nel secondo ci ha provato un po’ di più.

MORREALE 6
Con grinta prova a combattere su ogni pallone che le capita a tiro, ma arrivavano avversari da tutte le parti.

MAGRI 6
Prova a emergere nel secondo tempo.

BRAYDA 5.5: Prova a mettere qualità, ma come per tutta la sua squadra oggi la confusione è massima, ha il merito di fare l’assist dopo una grande azione per il gol di Stapelfeldt.

PASQUALI 5
Poco nel vivo del gioco, mai pericolosa, quasi tutte le azioni del Brescia partivano dalla corsia opposta alla sua.

STAPELFELDT 6

Segna la rete che riapre la partita (un po’ tardi), ma si mangia un goal al 27′.

HJOHLMAN 6.5
Nel primo tempo l’unica ad entrare pienamente in partita.

ZAZZERA 5.5
Entra per dare una scossa alla partita dopo il gol del 3 a 1, ma anche lei non incide particolarmente.

ACCORNERO 6

Prova a mettere un po’ di ordine in mezzo.

FRACAS 5.5
Serviva provare a creare altre occasioni, ma si è persa tra Simeone e Liberati.

ANGOLI 6
Non commette errori e prova a spingere, ma ormai non ci credeva quasi più nessuno.

ALL. NICOLINI 5.5: La sua squadra all’ingresso in campo si è fatta trovare parecchio impreparata e ha subito una punizione molto severa. Oggi poteva essere una buona occasione per ritrovare la vittoria, ma la partita si è compromessa subito e poi le sue ragazze non sono riuscite a rientrare. Appuntamento con i 3 punti rimandato.

 

Federico Reina